4 Zampisti: l’unione fa la forza contro il randagismo in Puglia

Si sono conosciuti grazie ai social: oggi mettono in salvo circa 130 cani l’anno

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Si sono conosciuti grazie ai social e dal 2016 il gruppo 4 Zampisti è ufficialmente diventato la sezione ENPA di San Giovanni Rotondo.4 ZampistiNati come gruppo di liberi volontari, le circa 15 persone che oggi costituiscono il nucleo di 4 Zampisti, già da diversi anni si occupavano singolarmente di stalli, adozioni, aiuti ai randagi, staffette.

“Nell’aprile 2016” racconta Gloria, responsabile di sezione “ho provato a riunire queste persone che, per quanto il paese è piccolo, conoscevo solo su facebook come attivi sul territorio. Abbiamo iniziato, così, a fare insieme quello che fino a qualche tempo prima facevamo singolarmente“.

L’obiettivo di 4 Zampisti è uno: salvare quanti più animali possibile (nella stragrande maggioranza cani) dalla strada. Parliamo per lo più di cuccioli, spesso frutto di parti indesiderati, oppure figli di mamme vaganti sul territorio.

“Alcuni di questi sono diventati adulti e sono ancora in stallo con noi. Altri cani sono stati recuperati già adulti. Al momento ci occuppiamo quotidianamente di circa 17/18 cani, temporaneamente in stallo in un terreno privato, e di circa 5 cuccioli in stalli casalinghi” continua Gloria.

Il buon esempio dato dai volontari di 4 Zampisti ha smosso, poco a poco, anche la coscienza dei cittadini: “Fortunatamente nell’ultimo periodo alcuni cittadini si sono messi a disposizione con gli stalli casalinghi e abbiamo ridotto fortemente il numero dei cani in stallo nel terreno, e grazie a diverse adozioni e all’aiuto di un rifugio in provincia di Torino, siamo riusciti a far uscire anche 3 o 4 adulti dal Canile Comunale. Vorremmo fare molto di più anche per loro, dato che in canile ci sono circa 300 cani, ma siamo pochi, lavoriamo, e le emergenze sono sempre all’ordine del giorno”.

L’associazione si occupa, per quanto possibile, anche delle adozioni dei cani presenti nel canile comunale di San Giovanni Rotondo. “Purtroppo, però, solo di alcuni, siamo partiti dai più adottabili, e abbiamo quindi iniziato dai cuccioli” spiega Gloria “Di quelli entrati la scorsa primavera/estate (6 o 7 cucciolate) in canile non ce n’è quasi più nessuno: in poco più di un anno di operato abbiamo fatto circa 130 adozioni, tra adulti/cuccioli in stalli privati e adulti/cuccioli ospitati nel canile comunale “.

Oltre ai successi ottenuti lo scorso anno, ci sono stati anche momenti difficili, perché la prassi dell’avvelenamento come mezzo per contrastare il randagismo e come avvertimento a chi cerca di combatterlo, è un fenomeno molto diffuso: “Abbiamo attraversato un periodo difficile lo scorso settembre, quando ci hanno avvelenato 6 cani. Questi erano, insieme ad altri circa 15 cani, in un terreno di proprietà di un nostro volontario, messo a disposizione per gli stalli momentanei. Da quel momento abbiamo dovuto trasferire i cani in un altro posto, dove ne avevamo già altri in stallo temporaneo. È stato un periodo duro mentalmente e fisicamente. Ma le ultime adozioni ci stanno risollevando, per quanto il dolore e la rabbia per loro 6 rimane” commentano amaramente i volontari.

Dal settembre 2016 il gruppo è stato ufficializzato con la costituzione della sezione ENPA di San Giovanni Rotondo “Sosteniamo i cani di cui ci occupiamo con le donazioni che ci arrivano, e quando queste non bastano, utilizziamo i nostri fondi personali. La sede centrale già un paio di volte ci ha aiutato con vaccini, vermifughi, antiparassitari e una volta anche con del pet food. Sono stati per noi un sospiro di sollievo. I cani sono tanti, i cuccioli anche, noi siamo pochi e le spese fisse ci sono sempre. Quindi per noi qualsiasi aiuto è sempre ben accetto” conclude Gloria.

IL CASO DEL CUORE
I volontari segnalano due casi del cuore: Yuko, ritrovata su una strada a scorrimento veloce in condizioni pessime e Kevin, per il quale fino a due settimane fa si cercava una normale adozione, ma che si è trasformata in un’adozione del cuore. Come altri cagnolini del gruppo era in stallo nel terreno che alcuni volontari hanno messo a disposizione per i recuperi dalla strada, ma una domenica è stato trovato con un occhio sanguinante: giocando, o chissà come, si è ferito e purtroppo ha perso l’occhio destro.

4 Zampisti

4 ZAMPISTI
ENPA – Ente Nazionale Protezioni Animali
Sezione di San Giovanni Rotondo (FG)
Pagina Facebook
4zampisti@gmail.com
Tel. 3471583664 – 3297940854

© Riproduzione riservata