Gli Angeli di Pasquale: un rifugio autogestito in Campania

Sono circa 250 i cani che in media riescono a trovare casa grazie ai volontari dell’associazione

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

L’associazione Gli Angeli di Pasquale è nata nel 2009 grazie all’impegno di pochi ma determinati volontari, che insieme hanno deciso di provare a cercare soluzioni, e adozioni, in un territorio con emergenza randagismo elevato, abbandoni e maltrattamenti per dare “dignità a chi è solo, abbandonato e umiliato”.

L’associazione, infatti, opera in Campania, e nello specifico a Torre Annunziata in provincia di Napoli, dove gestisce un rifugio privato.Gli Angeli di PasqualeDa un primo sparuto nucleo di “coraggiosi”, nel tempo si sono uniti altri volontari: attualmente sono una decina, ma sperano presto di crescere, perché le cose da fare al rifugio non finiscono mai. “La nostra attività consiste nel gestire 365 giorni l’anno, autonomamente, il nostro Rifugio” racconta Imma Lucci, volontaria dell’associazione e responsabile degli appelli online. “Seguiamo cani e gatti, ma non è mancato di occuparci anche di conigli, pesci rossi ecc. In rifugio i cani sono tutti vaccinati, microchippati e le femmine vengono regolarmente sterilizzate”.

L’associazione ha in carico ad oggi un centinaio di animali e le spese sono importanti: “Non riceviamo fondi o aiuti di nessun genere dalle istituzioni, tutto gira intorno alla generosità di centinaia di persone” spiega Imma. “Abbiamo bisogno di tutto, dalle donazioni in denaro per le spese mediche e per i coprire i costi del rifugio (affitto, bollette, acqua), agli stalli per i cuccioli, ai medicinali, al cibo, a nuovi volontari: tanti piccoli sforzi insieme possono consentire di raggiungere risultati ugualmente importanti…questo fa la differenza per i tanti trovatelli nostri ospiti e per tutti i quattro zampe senza casa”.

E la differenza la fanno davvero: sono circa 250 i cani che in media riescono a trovare famiglia grazie ai volontari dell’associazione Gli Angeli di Pasquale. Ma tanti sono ancora coloro che aspettano, come Phoenix, un vero caso del cuore.

IL CASO DEL CUORE: PHOENIX
Due anni fa i volontari de Gli Angeli di Pasquale hanno raccolto Phoenix devastata dalla rogna e mangiata viva da larve e bigattini, tanto che non sembrava neanche un cane. Legata a una catena sotto il sole, senza acqua, con il corpo scheletrito, pieno di piaghe e croste, Phoenix aveva anche le zampe talmente gonfie da non riuscire a poggiarle sull’asfalto senza mugolare.

Oggi Phoenix ha circa 4 anni e, dopo un percorso di cure, è sanissima, ma la rogna era talmente forte che il veterinario ha dovuto eliminare alcuni bulbi del pelo e quindi in alcune zone del corpo non riesce più a crescere, ma sul dorso e la testa, come evidenziano le foto, è ben folto.Gli Angeli di PasqualePhoenix ha un carattere dolce ed affettuoso, ma a due anni dal suo recupero i suoi occhi guardano ancora il mondo dalle sbarre di un box.
I volontari sono certi che da qualche parte una mamma per lei c’è, per questo continuano a cercarla, senza arrendersi.

Per informazioni:
Salvatore 3299280319
Lorella 3701028569
adozioni.gliangelidipasquale@gmail.com
http://www.gliangelidipasquale.com/
Facebook

© Riproduzione riservata