Lanterne cinesi: letali per flora e fauna

RSPCA lancia l’allarme: sono pericolose per gli animali, ma anche per l’ambiente a causa dell’alto rischio incendi

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Si è tanto, e giustamente, detto su petardi e botti, ma poco sul nuovo trend del momento: le lanterne cinesi. Lo scorso Capodanno hanno letteralmente spopolato, almeno a giudicare dalle decine e decine di resti sparsi sulle nostre strade.lanterne cinesiMa siamo davvero sicuri che le lanterne cinesi siano una valida alternativa? A detta della Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals (RSPCA), un’importante associazione animalista inglese, sarebbero un vero pericolo per la fauna e per la flora.

Infatti, esaurito il combustibile, le lanterne cinesi cadono nel mare o sulla terra, dove rischiano di essere ingerite accidentalmente dagli animali, per curiosità o perché decomponendosi diventano parte della loro catena alimentare: pensiamo, per esempio, a quelle che cadono in mezzo ai campi coltivati e che vengono poi macinate insieme al raccolto. Le parti ingerite possono essere più o meno piccole e la struttura rigida, sebbene non particolarmente grande, una volta ridotta in pezzi può ferire la gola degli animali, l’apparato digerente o gli organi vitali, condannandoli a morire per una dolorosa emorragia interna.

Anche quando la struttura interna resta intatta, il rischio è che gli animali finiscano aggrovigliati o intrappolati, andando in panico e ferendosi nel tentativo di liberarsi (se avete visto il vostro gatto intrappolato in un sacchetto della spesa, potete averne un’idea). Alcuni possono farsi male in modo molto grave, anche rischiando la vita. Una ferita profonda, se si vive nel bosco, può essere fatale perché si può generare una setticemia molto velocemente.

Infine, se si impigliano in un albero ancora accese o se ritornano al suolo non completamente spente possono dare origine a incendi anche gravi che possono distruggere intere aree boschive. Ma non solo: è notizia proprio dello scorso anno di tre incendi nel milanese che hanno interessato due palazzi e un negozio di mobili.

E le lanterne biodegradabili? Non sarebbero comunque una valida alternativa perché, avverte RSPCA, parte della struttura non lo è e, in ogni caso, non prevengono il pericolo di incendi: in UK, dove si stima un mercato di circa 200 mila lanterne cinesi vendute ogni anno, stanno diventando un serio problema per l’ambiente.

COSA FARE PER CAPODANNO?
Ci sono tanti modi per rendere un indimenticabile l’inizio di un nuovo anno: accendete delle candele sul vostro balcone (facendo attenzione a posizionarle in sicurezza), piantate un nuovo albero, sottoscrivete un’adozione a distanza annuale con il rifugio più vicino a voi, tentate la fortuna con un gratta e vinci, fatevi una foto con qualcuno che amate o con gli amici da riguardare gli anni futuri. E per il primo gennaio, organizzate un bel giro nel bosco a raccogliere le lanterne degli altri: come si suol dire chi fa la differenza il primo dell’anno, la fa tutto l’anno.

Fonte: RSPCA
Foto: Pixabay

© Riproduzione riservata