Diabetes Alert Dogs: come vengono addestrati?

Vicino a Como e a Rozzano, la Scuola Cinofila BJ e la Scuola Nazionale di Formazione Cinofila hanno avviato un progetto di formazione

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Abbiamo parlato qualche settimana fa di Diabetes Alert Dogs cani che, adeguatamente addestrati, sono in grado di riconoscere le crisi ipoglicemiche e iperglicemiche delle persone affette da diabete di tipo 1. Ma come funziona il loro training? Tutti i cani possono essere addestrati? A chi ci si può rivolgere in Italia? Ne abbiamo parlato con Sergio Ghidelli, fondatore della Scuola Cinofila BJ di Capiago Intimiano (CO) specializzata in questo tipo di addestramento.Diabetes Alert Dogs

COM’È NATO IL VOSTRO PROGETTO?
“Circa due anni fa, io e un mio collega, Matteo Pittavino, responsabile della Scuola Nazionale di Formazione Cinofila, abbiamo seguito un corso di formazione sui cani da allerta per persone affette da diabete di tipo 1, tenuto da una famosa istruttrice americana, Debby Kay. Questo lavoro ci ha interessato molto, abbiamo approfondito la formazione specifica, e abbiamo avviato insieme questo progetto”.

COME FUNZIONA L’ADDESTRAMENTO?
“Il cane viene preparato a riconoscere range variabili di modifica dei valori della concentrazione di glucosio nel sangue, attraverso uno specifico addestramento basato sull’utilizzo di campioni di saliva prelevati da persone affette da diabete di tipo 1, opportunamente conservati e classificati in base alla data di prelevamento e al valore corrispondente di glicemia, misurato con l’apposito strumento al momento del prelevamento del campione. Una volta addestrato il Diabetes Alert Dogs sarà tarato sul suo paziente e sarà in grado di segnalare modifiche dei valori di glicemia che risultano critici per quello specifico paziente in qualsiasi momento della giornata, notte inclusa, e in qualsiasi contesto (in auto, su mezzi pubblici, all’interno di negozi, supermercati, ecc.). Ai cani viene insegnata anche la persistenza nella segnalazione: il soggetto segnalerà la situazione critica con intensità crescente nel caso in cui il paziente non si accorga o non dia retta alla segnalazione stessa”.

QUANTO DURA L’ADDESTRAMENTO DI UN CANE ALERT DOG?
“Il training di un Diabetes Alert Dogs dura in media 18 mesi e il percorso prevede diverse fasi che riguardano sia il lavoro olfattivo specifico per la segnalazione delle variazioni di glicemia, sia un lavoro di obbedienza ed educazione finalizzato a una gestione ottimale del cane e alla risoluzione di eventuali problemi nel rapporto cane-proprietario“.

QUALSIASI CANE PUÒ ESSERE ADDESTRATO?
“Alla base dell’addestramento ci sono le incredibili capacità olfattive dei cani che sono in grado, se opportunamente addestrati, di riconoscere tali variazioni semplicemente annusando il paziente in particolari punti del corpo (solitamente caviglie, gambe e vita). Il percorso può essere avviato sia con cuccioli sia con cani adulti già di proprietà della persona diabetica, previa valutazione da parte dei nostri istruttori. I cani devono essere socievoli e non presentare problematiche comportamentali che ne pregiudichino la possibilità di lavorare costantemente a fianco del proprietario; la valutazione tiene conto poi anche di altre caratteristiche che determinano quanto un cane sia più o meno portato e idoneo a questo tipo di attività”.Diabetes Alert DogsQUANTO COSTA L’ADDESTRAMENTO?
“Il costo è all’incirca di 2 mila euro per anno di lavoro. È stata costituita un’associazione, SuXDogs ONLUS, che ha l’obiettivo di raccogliere fondi a supporto di questo e altri progetti per cercare di fare in modo che il costo della preparazione del cane non gravi interamente sulla persona diabetica. Al momento non esistono convenzioni con le ASL ma stiamo attivando una serie di iniziative e di contatti con l’obiettivo di ottenere un riconoscimento ufficiale di questi cani come cani da assistenza”.

QUANTI CANI AVETE FORMATO FINORA?
Dall’inizio del progetto sono stati formati circa una decina di cani, i primi dei quali a scopo dimostrativo, mentre altri operano già attivamente a fianco di persone diabetiche e segnalano con regolarità le crisi ipoglicemiche e iperglicemiche.

AVETE SEMPRE BISOGNO DI VOLONTARI CHE DONINO CAMPIONI DI SALIVA?
L’attività di preparazione dei Diabetes Alert Dogs necessita costantemente di campioni per l’addestramento dei cani, per cui siamo sempre alla ricerca di volontari che possano fornircene. Sono tamponi imbevuti della saliva della persona diabetica nel momento in cui si verifica un’ipoglicemia. La raccolta del campione è molto semplice e non ci sono difficoltà particolari da parte del donatore. L’obiettivo del nostro lavoro è quello di diffondere questa possibilità che riteniamo possa essere davvero un enorme aiuto per i pazienti affetti da diabete di tipo 1 sia dal punto di vista assistenziale (monitoraggio continuo, giorno e notte, del livello di glucosio nel sangue e segnalazione immediata), sia dal punto di vista del supporto psicologico al paziente, attraverso il legame empatico che si viene a creare con il proprio cane da assistenza che diventa una sorta di amico che controlla e dice ehi, guarda che qualcosa non va, intervieni!“.

Foto: Scuola Cinofila BJ

© Riproduzione riservata