Il colosso USA VF Corporation dice stop ai materiali di origine animale

Il gruppo, proprietario di marchi come Vans, The North Face e Napapijri aderisce all’International Fur Free Retailer Program

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

VF Corporation, leader mondiale nel settore dell’abbigliamento, delle calzature e degli accessori di marca, ha aderito al Fur Free Retailer Program nell’ambito di una partnership con la Fur Free Alliance, la coalizione internazionale di 43 organizzazioni per la protezione degli animali.VF CorporationLa decisione di VF Corporation, fondata nel 1899 e proprietaria di oltre 20 marchi, tra cui Vans®, The North Face®, Timberland®, Wrangler®, Lee®, Napapijri®, ha adottato la sua prima policy in materia di utilizzo di materiali di origine animale all’inizio di quest’anno, annunciando che i suoi marchi non useranno mai più pelliccia animale, lana da conigli d’angora o pelli da animali esotici.

“Entrando a far parte del programma Fur Free Retailer, VF e i nostri marchi stanno dimostrando ancora una volta che siamo seriamente interessati al benessere degli animali“, ha affermato Letitia Webster, Vice President Global Corporate Sustainability di VF. “La sostenibilità e il rispetto per la natura sono valori fondamentali per VF e tutti i nostri marchi, e continueremo a collaborare con queste autorevoli organizzazioni animaliste per promuovere lo sviluppo di materiali alternativi a quelli animali, ove possibile”.

Tra le numerose organizzazioni per la protezione degli animali aderenti al network Fur Free Alliance e che sostengono il programma Fur Free Retailer, VF ha lavorato in particolare con Humane Society of United States (HSUS), la LAV e la tedesca Four Paws per definire le sue politiche e strategie globali per il benessere degli animali.

“Siamo lieti di dare il benvenuto a VF Corporation come partner del programma Fur Free Retailer” ha detto Joh Vinding, presidente della Fur Free Alliance. “Nel commercio delle pellicce gli animali sono soggetti a condizioni terribili, vivono le loro vite in piccole gabbie sterili. Con l’aiuto di idee innovative e aziende lungimiranti come VF Corporation, tutto questo sta cambiando rapidamente rendendo il fur-free la normalità nell’intero settore della moda.”

Tra i numerosi brand di proprietà di VF, il marchio Napapijri® è un pioniere sul tema dell’utilizzo della pelliccia, ed è stato il primo, nel 2015, a impegnarsi a non utilizzarla.

In piena coerenza con la sua filosofia “Make it better”, il marchio ha adottato approcci innovativi per eliminare gradualmente materiali di derivazione animale offrendo ai consumatori prodotti con prestazioni tecniche migliorate. E con orgoglio ha annunciato lo scorso maggio che la sua intera collezione Autunno/Inverno 2017 è al 100% senza pellicce e piuma d’oca.

“VF non solo ha intrapreso un percorso virtuoso di politiche sociali, ma sulla rinuncia alle pellicce animali ha voluto anche trasmettere un forte messaggio di cambiamento culturale coinvolgendo tutti i propri brand” ha dichiarato Simone Pavesi, responsabile LAV – Area Moda Animal Free. “Siamo lieti di continuare a lavorare con VF per raggiungere insieme nuovi traguardi. Questa è una vittoria per milioni di animali.”

La lista delle aziende Fur Free – che può essere visionata su www.furfreeretailer.com – fornisce accurate informazioni ai consumatori in merito alle politiche aziendali sulle pellicce, consentendo così di effettuare decisioni informate di acquisto.

Fonte e foto: VF Corporation, LAV, HSUS, FOUR PAWS

© Riproduzione riservata