La commovente storia del maialino Lino

Trovato con un femore rotto dopo un mese di stallo è approvato al Rifugio Miletta. Non senza aver cambiato la vita alla sua stallante

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Lino è un simpatico maialino, trovato a margine di una strada di campagna, in provincia di Rovigo, con un femore rotto.

“Vogliamo romanticamente pensare che questo maialino sia riuscito a saltare dal camion che, dall’Europa dell’est, lo stava trasportando all’allevamento, dove poi sarebbe ingrassato e nove mesi dopo portato al macello, liberandosi così dalla schiavitù che lo attendeva e che, durante la caduta, si sia fatto male alla zampina” racconta il Rifugio Miletta. “Ma potrebbe anche essere stato letteralmente buttato dall’allevatore che l’aveva acquistato, perché le cure per sistemargli la zampa, rotta durante il lungo viaggio, superavano il margine che l’allevatore avrebbe guadagnato con la sua macellazione”.

Fatto sta che Lino al momento del recupero era in condizioni critiche: il dolore alla zampa gli impediva di alimentarsi. E’ stato necessario un intervento e due giorni di degenza dal veterinario più qualche settimana di stallo casalingo perché recuperasse le forze.

In un mese il maialino si è ripreso benissimo passando dai 3 agli 11 kg e cambiando completamente vita alla sua stallante, come lei stessa racconta in questo video:

“Lino è al Rifugio Miletta grazie a Jessica, Natasha e Claudio, Manuel, Clinica Veterinaria del Benvenuto, Associazione canili veneto che ha pagato le spese dell’intervento e gli amici di VitaDaCani Onlus che ci hanno prestato il trasportino per il suo lungo viaggio” conclude l’associazione, che ha sempre bisogno di aiuti e donazioni per la gestione degli animali ospiti del Rifugio. Chiunque volesse dare il suo contributo trova tutti i riferimenti a questo link.

Fonte e video: Rifugio Miletta

 

© Riproduzione riservata