Un pranzo 100% veg per aiutare gli ospiti del Rifugio Miletta

Appuntamento il 17 settembre con Babe, Fiaba, Lino, Bastiano e gli altri simpatici “monelli”

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Un pranzo per salutare l’estate che sta finendo e per conoscere, e aiutare, gli ospiti del Rifugio Miletta. Questa è l’iniziativa che si terrà domenica 17 settembre al Santuario degli animali di Agrate Conturbia (NO) grazie alla collaborazione con gli Chefs Vegabbondi.MilettaPer quest’anno è “l’ultima occasione della stagione per gustare le loro prelibatezze in compagnia di Babe, Fiaba, Lino, Bastiano e gli altri simpatici monelli che elemosineranno qualunque cosa più o meno commestibile apparirà sui tavoli” scherzano i volontari.

Il menù della giornata sarà ricco di piatti 100% vegan: hummus rosa, panini di melanzane farciti, carpaccio di melone profumato all’erba cipollina, lasagnette estive al pesto e pomodorini, carpaccio di seitan, spaghetti di zucchine al limone e menta, dolce e ovviamente visita a tutti gli altri ospiti del Rifugio Miletta.MilettaLa prenotazione è obbligatoria al numero +393492972598 (sms o whatsapp) o via email all’indirizzo chefsvegabbondi@gmail.com
L’offerta minima per il pranzo è di 20 euro e i bambini sotto i 10 anni pagano la metà. Tutto il ricavato sarà devoluto al Rifugio Miletta e verrà usato per il mantenimento e le cure degli ospiti.

IDENTIKIT DEL RIFUGIO MILETTA
Il Rifugio Miletta fa parte della rete dei Santuari Liberi italiani: è un centro di accoglienza dove gli animali vivono liberi fino alla fine naturale dei loro giorni. Il rifugio ospita asini, pony, mucche, capre, pecore, conigli, maiali, cinghiali, pappagalli, cani e gatti.

Il Santuario è un’organizzazione no-profit gestita da volontari, che si occupano della riabilitazione psico-fisica di animali recuperati da situazioni di grave sofferenza e del loro inserimento in una struttura che lascia loro libera iniziativa nel condursi, e gestirsi, in un ambiente privo di barriere e comune alle specie ospitate, grazie a un modello di coesistenza interspecifica fondato sull’empatia. I volontari si occupano anche di illustrare e testimoniare le motivazioni della scelta vegan.

Infine il Rifugio Miletta, a partire dal 15 gennaio 2016, è diventato anche Centro di Recupero per Animali Selvatici (CRAS), riconosciuto dalla Regione Piemonte, a copertura di intervento per l’intera provincia di Novara.

Fonte e foto: Rifugio Miletta

 

© Riproduzione riservata