Cambio di stagione: non buttiamo coperte, maglioni e pile

Contattiamo il rifugio più vicino e chiediamo di cosa hanno bisogno per tenere al caldo e comodi i loro ospiti

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Le giornate si accorciano, la mattina e la sera fa più fresco. L’estate ci ha definitivamente abbandonato e presto sarà necessario dedicarsi al cambio degli armadi.coperteSpesso questa operazione è l’occasione per fare un po’ di pulizia e per gettare ciò che non si indossa più o per eliminare coperte e copriletti che hanno ormai fatto il loro tempo.

Ma ciò che per noi ormai è inutile, per canili e rifugi è una grandissima risorsa. Anche le strutture più moderne, dotate di lampade riscaldanti riescono a raggiungere temperature molto modeste nei box quando arriva il freddo. Coperte maglioni, pile e copriletti sono quanto mai preziosi per isolare le cucce dall’umidità del pavimento e per consentire, soprattutto ai più anziani un sonno sereno e meno dolori reumatici al risveglio. Anche pochi indumenti possono fare la differenza.

Ricordatevi di scegliere adeguatamente quanto portare nei rifugi: eliminate eventuali bottoni e cerniere, con cui cani e gatti potrebbero ferirsi.

Se possibile, fate un lavaggio veloce di tutto con poco o addirittura senza detersivo e senza ammorbidente, o con al massimo un po’ di aceto bianco: quello che per noi è profumo per i nostri amici a quattro zampe è solo insopportabile e irritante puzza.

Anche cuscini (ovviamente non di piuma), copridivani, tappeti, materassi possono essere utili. Tuttavia essendo sopratutto questi ultimi due molto voluminosi chiamate prima l’associazione a cui vorreste donarli per sapere se possono servire o se hanno posto dove stoccarli. Non sempre, infatti, la dimensione dei box consente di utilizzarli.

Lenzuola, federe e salviette, sempre utili in primavera e estate, in questo periodo potrebbero essere meno indicate, ma anche in questo caso è sempre bene confrontarsi con i volontari: se è un periodo in cui i panni caldi mancano anche questi tessuti possono tornare sempre utili come strati inferiori della cuccia, così da rendere il giaciglio più morbido.

E ancora: avete una nonna o una zia che adora cucire? Perché non proporle di realizzare qualche cappottino o qualche cuccia? In rete esistono meravigliosi tutorial come questo:

Infine, ricordate che in autunno e in inverno i nostri amici hanno un fabbisogno calorico maggiore: già che ci siete potreste portare anche qualche buona pappa o proporvi come cuochi per il week end: alcuni rifugi hanno la cucina interna. I randagi ve ne saranno grati.

Animal Republic

 

 

 

© Riproduzione riservata