Urina anomala nel coniglio: cosa fare?

I parametri importanti da verificare sono colore, densità e quantità

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Urina e feci sono senz’altro due elementi utili per tenere sotto controllo la salute del nostro coniglio.Coniglio lettiera urinaSpesso può essere difficile notare dei disagi o delle vere e proprie patologie nei nostri amici conigli. Essendo animali preda, non mostrano facilmente i sintomi di qualcosa che non va, in quanto farlo li renderebbe ancora più vulnerabili ai predatori. Tuttavia, se stiamo attenti e conosciamo bene il nostro coniglietto, riconosceremo alcune anomalie sia nel comportamento fisiologico che quello psicologico, che possono aiutarci a capire se qualcosa non va e ad approfondire meglio la situazione. In questo articolo entriamo più nel dettaglio delle urine anomale.

CONIGLIO IN SALUTE
radicchio-coniglio colore urinaQuando il coniglio è in salute, urina più volte al giorno nella propria lettiera. L’urina è tendenzialmente ben diluita, più o meno colorata. A volte capita che alcuni proprietari si insospettiscano o addirittura si preoccupino perché trovano delle urine molto colorate e imputano questa colorazione a una possibile patologia. Il colore può andare dal giallo all’arancione, al rosso, fino anche al color ruggine o marrone. Spesso infatti il rischio è di confondere un’urina rossastra con un’urina contenente sangue. C’è da dire che l’alimentazione esclusivamente vegetale del coniglio, che è un erbivoro stretto, è ricchissima di pigmenti che si disperdono poi nell’urina, colorandola. È assai frequente dunque trovare tracce di urina di differenti colori, a seconda di cosa il coniglio ha mangiato poco prima. Prima di allarmarsi quindi è sempre bene fare mente locale su quali alimenti il coniglio ha avuto a disposizione durante la giornata.

URINA LIMPIDISSIMA E TRASPARENTE
Se l’urina del coniglio è si presenta limpidissima, quasi trasparente, senza alcun tipo di sedimento, potrebbe essere il sintomo di un’insufficienza renale. In questo caso sono normalmente associati anche altri sintomi come una perdita di peso e un aumento dello stimolo della sete, perciò se si riscontrano queste anomalie, è consigliabile sottoporre il coniglio a visita veterinaria con analisi del sangue e delle urine (per raccogliere si può utilizzare una siringa privata dell’ago).

SANGUE NELLE URINE
Per non confondere una urina normalmente pigmentata con una contenente tracce di sangue, bisogna valutare se la colorazione è omogenea, ovvero se l’urina che si sta esaminando è tutta colorata oppure se presenta delle striature rosse. Nel primo caso, si tratta di una urina normalmente pigmentata; se invece l’urina appare piuttosto limpida con delle strisciate rossastre, è senza dubbio il caso di fare delle analisi delle urine per escludere sangue dovuto a cistiti, infezioni, calcoli o tumori uterini.

URINA DENSA. SABBIA VESCICALE. SLUDGE
Può capitare, per predisposizione o per un’alimentazione troppo ricca di ossalati di calcio, che in vescica si accumulino dei cristalli di calcio. Se il coniglio non riesce ad espellere tutto il calcio che si addensa in vescica, può provare dolore e difficoltà a urinare e ci si accorge che qualcosa non va perché l’urina assume una consistenza densa di colore beige o biancastro. In questo caso non bisogna assolutamente sottovalutare il problema perché potrebbe provocare a breve termine un’ostruzione all’apparato urinario o peggio. Occorre invece portare subito il coniglio dal veterinario (esperto in esotici) perché potrebbe essere necessario svuotare la vescica manualmente, fare dei lavaggi e cambiare dieta al coniglio, somministrando anche fluidi tramite flebo sottocutanea e terapia antibiotica.coniglietti urina anomalaURINA TROPPO ABBONDANTE O TROPPO SCARSA
Può accadere che ci sembri che il nostro coniglio faccia produca una quantità sovrabbondante di pipì. In questo caso, è sempre bene chiedere il parere del medico veterinario, ma spesso la causa è da ricercare in una alimentazione troppo ricca di verdure e ortaggi, soprattutto se include le insalate. Ricordando sempre che la quantità di verdure giornaliera da somministrare a un coniglio può oscillare tra i 100 e i 200 gr per chilo di peso dell’animale, si può provare per qualche giorno a pesare le verdure e offrirle in quantità ridotta, ma sempre in base al peso, per vedere se la situazione migliora. In caso contrario o nel caso di una carenza urinaria, è bene consultare il medico veterinario per accertare che non vi sia una insufficienza renale o altre patologie che possono determinare una iper- o ipoproduzione di urina.

URINA FUORI DALLA LETTIERA
Premesso che un parere medico veterinario è sempre utile per accertare che non si tratti di un aspetto ormonale (i conigli non sterilizzati, oltre i 6 mesi, possono marcare il territorio con feci e urine) e che non vi siano problemi agli arti posteriori che magari impediscono o rendono faticoso al coniglio saltare nella lettiera, si tratta generalmente più di un problema comportamentale che fisico o fisiologico, perciò può essere utile rivolgersi a un esperto in comportamento e relazione con il coniglio per trovare le possibili cause e quindi le migliori soluzioni al problema.

Fonte: Romy Carminati
Etologa Relazionale. Educatrice e Mediatrice nell’Interazione e nella Relazione Umano-Coniglio
Addestrareconigli.it
Foto: Pixabay

addestrare conigli

© Riproduzione riservata