ENPA e Noemi insieme a Copenhagen per il dogo Iceberg

La sua vita è salva, ma c’è incertezza sui tempi del rientro in Italia

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Missione a Copenhagen di una delegazione di ENPA guidata dalla Presidente Nazionale Carla Rocchi e della cantante Noemi.Enpa Iceberg Noemi Copenhagen“La vita del cane Iceberg è salva, ma sui tempi del suo rientro in Italia non ci sono ancora certezze” annuncia l’ENPA. “C’è, in merito, il formale e autorevole impegno del Ministro dell’Ambiente Esben Lunde Larsen e dell’Ambasciatore della Danimarca in Italia Erik V. Lorenzen”.

L’Ambasciatore d’Italia a Copenhagen, Stefano Queirolo Palmas, ha avuto un lungo incontro con la delegazione ENPA e con Noemi. “Un incontro importante, cordiale, fattivo” dichiara l’associazione. “Il Ministro Angelino Alfano e l’Ambasciata a Copenhagen hanno seguito – e continuano a seguire – il caso con attenzione, con sensibilità e con cura. Di tanto, certi di interpretare anche il sentimento del proprietario di Iceberg, li ringraziamo. Procediamo con una grande intesa e con una linea condivisa verso l’obiettivo di riportare Iceberg in Italia“.

Entrata legalmente in Danimarca, Iceberg è stata successivamente sequestrata dalla Polizia danese perché appartenente a una razza che per legge, lì, è considerata ‘pericolosa‘. La stessa norma prevede la soppressione dei cani delle razze bandite. Dopo una battaglia che ha coinvolto tanti italiani, ma anche danesi, l’ambasciatore danese a Roma e il Ministro dell’Ambiente di Copenaghen si sono pubblicamente impegnati per sospendere la sua soppressione, e hanno, inoltre – riporta ENPA – annunciato la modifica della legge sulle razze pericolose.

Nella mattinata di oggi, la delegazione Enpa e Noemi hanno incontrato Giuseppe, la presidente dell’associazione FairDogDK (che segue il caso in Danimarca e che da anni lotta per cancellare la lista delle razze ‘pericolose’) e l’avvocato del cuoco italiano. In attesa delle modifiche legislative alcuni spazi potrebbero forse aprirsi nel decorso della procedura legale.

“Sono certa che la Danimarca manterrà il suo impegno: il nostro popolo è legato al popolo danese da una grande amicizia”, ha dichiarato Carla Rocchi, Presidente Nazionale di Enpa. “Nelle sedi comunitarie” ha aggiunto Rocchi “condividiamo importanti battaglie. Ci sarà presto una riflessione del legislatore danese per modificare, anche alla luce dell’esperienza, la norma sulle razze cosiddette ‘pericolose’. L’Italia solo pochi anni fa ha eliminato le liste di proscrizione. Una armonizzazione comunitaria è necessaria ed è giusta. Forza Iceberg, ce la faremo!”

Fonte e foto: ENPA

© Riproduzione riservata