Gravidanza isterica nella coniglia

Come riconoscerla, affrontarla e prevenirla

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

La gravidanza isterica o pseudogravidanza (tecnicamente pseudiociesi) è una condizione che affligge la coniglia femmina sessualmente matura e intera (non sterilizzata). Come una gravidanza reale, presenta dei sintomi che ogni proprietario dovrebbe saper riconoscere per poter aiutare la propria coniglia ad affrontarla al meglio, ma soprattutto sarebbe utile prevenirla per evitare alla coniglia un forte stress, talvolta ripetuto.Coniglia gravidanza istericaI conigli sono animali a ovulazione indotta, il che significa che non hanno periodi di calore come altri animali, ma, dal momento dello sviluppo, è come se fossero costantemente in calore. Ciò richiede una produzione costante di ormoni che rappresenta non solo un grande stress a livello psichico, ma anche a livello fisico. Infatti, capita che nelle coniglie ci siano delle forme di ovulazione spontanea. È in questo caso che può manifestarsi una gravidanza isterica, che può durare dai 15 ai 18 giorni.

Vediamo insieme come si riconosce, si può prevenire e affrontare una gravidanza isterica.

COME RICONOSCERE UNA GRAVIDANZA ISTERICA
Durante una pseudogravidanza la coniglia si comporta esattamente come se dovesse partorire e allattare i piccoli: l’addome e le mammelle aumentano di volume e la coniglia si strappa il pelo dalla giogaia e il ventre per preparare il nido ai cuccioli.

COME SI AFFRONTA UNA GRAVIDANZA ISTERICA
Se la coniglia non è ancora sterilizzata ed entra in pseudiociesi, la cosa migliore è lasciarla in pace.

La sua è una condizione temporanea, che può gestire in maniera del tutto autonoma. Solitamente, durante la pseudogravidanza, la coniglia è più nervosa e irritabile, quindi è meglio osservarla e tenerla sotto controllo, ma a distanza. Sceglierà lei stessa il luogo che ritiene più appropriato per sistemare il nido. Noi possiamo aiutarla lasciandola fare, non arrabbiandoci perché troviamo ciuffi di pelo in un mucchietto e fili di fieno o paglia un po’ sparpagliati.

Al massimo, se la zona a disposizione non dovesse avere alcun riparo o protezione, possiamo organizzare noi un angoletto riparato, con delle barriere di cartone che fungano da tana e qualche straccio vecchio per rendere più accogliente il nido, sebbene fasullo.

PERCHÉ PREVENIRE E COME
Dopo 18 giorni al massimo, la gravidanza isterica dovrebbe terminare e la coniglia torna in calore. Una nuova gravidanza isterica però può ripresentarsi e se l’evento si manifesta continuativamente o troppo spesso, la coniglia può sviluppare forme di cisti ovariche e di infezioni uterine. Inoltre potrebbe capitare che, a furia di strapparsi il pelo, la coniglia si procuri delle lesioni alla pelle, con o senza dermatite associata. Ecco perché è importante prevenire facendo sterilizzare la coniglia non appena l’età e il grado di sviluppo fisico lo consentono (generalmente intorno ai sei mesi per le razze nane ed entro l’anno e mezzo per le grandi e giganti).

Fonte: Romy Carminati
Etologa Relazionale. Educatrice e Mediatrice nell’Interazione e nella Relazione Umano-Coniglio
Addestrareconigli.it
Foto: Pixabay

addestrare conigli

© Riproduzione riservata