Carrefour ritira la carne di cane dai suoi supermercati in Cina

Animals Asia chiede ora un impegno a lungo termine

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Di fronte alle nuove proteste degli attivisti di Animals Asia, Carrefour ha comunicato a Newsweek il ritiro della carne di cane dai suoi scaffali.Carrefour dog meat“Nonostante accogliamo con piacere la notizia, Carrefour non si è ancora impegnato a cessare definitivamente la vendita di carne di cane, e malgrado innumerevoli tentativi, Animals Asia non è finora riuscita a contattare l’azienda” ha dichiarato l’associazione.

Un’indagine di Animals Asia ha da poco denunciato il gigante francese dei supermercati, per la vendita di prodotti a base di carne di cane in Cina.

Già nel 2012, Animals Asia aveva informato Carrefour in merito alle crudeltà e alle sofferenze patite dai cani che vengono macellati in Cina. E all’epoca, avevano promesso di cessare la vendita di carne di cane…” continua Animals Asia “Tuttavia, a maggio 2017, la carne di cane è tornata tra gli scaffali”.

Gli attivisti infatti, nonostante le promesse ricevute, non hanno mai sospeso i controlli random nei punti vendita della struttura e in due store nello Xuzhou avrebbero trovato a scaffale prodotti contenenti carne di cane come ingrediente principale.

Carrefour carne canePoco dopo il lancio della petizione, Carrefour si è affrettato a ritirare i prodotti specificando a Newsweek che erano prodotti locali, venduti solo in quei due punti vendita.

“Ora dobbiamo fare in modo che Carrefour si prenda le proprie responsabilità, e assicurarci che questa volta, la carne di cane non possa mai più tornare tra gli scaffali dei loro punti vendita” ha concluso Animals Asia.

Fonti: Animals Asia, Newsweek
Foto: Animals Asia

© Riproduzione riservata