Pappagallini sfruttati per l’accattonaggio

Le Guardie Zoofile OIPA di Roma, che hanno proceduto al sequestro, sospettano anche l’amputazione delle penne remiganti

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Non sono solo i cani ad essere sfruttati per l’accattonaggio: le Guardie Zoofile dell’OIPA Roma, con un blitz in via dei Fori Imperiali, crocevia per i turisti che visitano la capitale, hanno sorpreso un uomo che utilizzava due pappagallini ondulati come attrazione al fine di ottenere l’elemosina.pappagalli (4)“Una sorta di accattonaggio e spettacolino con gli animali, pratiche entrambe vietate dal regolamento comunale a tutela degli animali. Nonostante le proteste e il tentativo di far sparire gli uccelli infilandoli in un sacchetto di carta, le guardie OIPA hanno proceduto a sanzionare il responsabile e hanno posto sotto sequestro i pappagalli” dichiara l’associazione.

pappagalli (5)Inoltre, se la visita veterinaria confermerà i sospetti dell’OIPA, ovvero che al fine di impedire loro la fuga, ai poveri pappagallini sono state tagliate le remiganti che consentono il volo, operazione che può essere considerata una vera e propria amputazione, il responsabile sarà denunciato all’Autorità Giudiziaria per il reato previsto dall’articolo 544 ter ovvero il maltrattamento di animali.

“Roma purtroppo è piena di accattoni con cani, gatti e pappagalli: riceviamo molte segnalazioni ed effettuiamo molti sequestri. Il fenomeno è talmente vasto che non si può escludere l’esistenza di un vero e proprio racket, così come avviene per lo sfruttamento dei minori o dei disabili, come d’altronde dimostrato da molte indagini e inchieste degli inquirenti in diverse città italiane”.

I due pappagallini ora sono al sicuro presso la sede OIPA di Roma, saranno affidati a chi ne farà richiesta previo controllo delle guardie zoofile.

Fonte e foto: OIPA

© Riproduzione riservata