Corky: quasi 50 anni rinchiusa in una piccola vasca del Sea World di San Diego

Peta ha individuato un’area da trasformare in santuario sulle coste della British Colombia, dove è nata. Qui la petizione liberarla

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Quasi 50 lunghi anni di prigionia: è l’orca che ha vissuto più tempo in cattività della storia. Era il dicembre del 1969 quando Corky fu catturata in mare al largo delle coste della British Columbia.killer-whale-113531_960_720Aveva solo 4 anni, infatti, quando è stata strappata alla sua famiglia e portata al Sea World di San Diego: tutti i membri del suo branco, inclusa la madre, sono stati lasciati nell’oceano.

La sua è stata un vita di privazioni e sofferenze: costretta a vivere in una piccola vasca, a esibirsi per il pubblico e a subire sette inseminazioni artificiali, che hanno prodotto sei gravidanze, ma il cucciolo che è sopravvissuto più a lungo è morto 47 giorni dopo il parto. L’ultima gravidanza si è conclusa con un aborto spontaneo: il feto senza vita è stato trovato in fondo alla sua vasca in cui Corky vive, passando la sua esistenza a girare in tondo.

In natura è stato documentato che i cetacei in oceano aperto possono nuotare fino a 100 miglia ogni giorno, mentre le orche in cattività sono confinate in piccole vasche in cui, rimbalzando sulle pareti, il suono del loro sonar riecheggia in continuazione fino a farle impazzire.

wild-orcas-in-nature-1Gli esperti hanno individuato un’area protetta nelle sue acque natie, che potrebbe diventare un santuario, dove Corky tornerebbe ad assaporare la libertà che gli è stata negata quasi mezzo secolo fa e potrebbe tornare in contatto con i suoi fratelli e le sue sorelle, che spesso nuotano vicino alle coste della British Colombia.

Firma qui la petizione per aiutare Corky a tornare libera:

box PETIZIONI

Fonte, foto e video: Peta

© Riproduzione riservata