Pinscher torturato e ucciso per punire la ex fidanzata a Pescia (PT)

Le associazioni animaliste preparano le denunce contro il ventisettenne protagonista del video. Manifestazione il 29 ottobre

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Lega Nazionale per la Difesa del Cane si costituirà parte civile contro l’uomo di 27 anni che a Pescia ha sacrificato per gioco e rivalse personali un pinscher, filmandone le torture. Il cane, infatti, sarebbe stato seviziato e ucciso per punire l’ex fidanzata, la quale riconosciuto nel video il proprio cane si sarebbe subito recata alla stazione dei Carabinieri per denunciare l’accaduto.

pescia_video“Non è purtroppo più un caso isolato quello di torture filmate contro animali, questo è un altro inaudito agghiacciante episodio nel giro di poco tempo” afferma Piera Rosati, Presidente di LNDC “dopo le barbarie contro il cane Angelo. Stesso copione. Stessa spavalderia e senso di forte impunità nel proporre l’agonia di un innocente. Stesso silenzio delle istituzioni. Il popolo che rispetta e ama gli animali, come per Angelo, è sceso in piazza a Pescia. Una petizione per chiedere giustizia sta raccogliendo decine di migliaia di firme”. La petizione lanciata su Change.org ha raggiunto quasi 35 mila firme e a gran voce si chiede che venga fatta giustizia: oltre 200 persone provenienti da tutta la Toscana hanno manifestato ieri sera sotto casa del giovane.

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta di Pistoia il video risalirebbe a più di un anno fa, ma solo da pochi giorni si sarebbe diffuso sul web. Nel video si vede chiaramente l’uomo scaraventare il piccolo cane sul muro tenendolo per la coda e poi torturarlo con un oggetto simile ad un pennarello.

Anche F.A.E. Italia – Polo Giuridico LEAL, LIV Toscana, Rifugio Onlus Lamporecchio stanno preparando una denuncia nei confronti del ventisettenne. “Lo comprenda in fretta la legge, che il dolore di un animale è identico a quello di un uomo, con tutte le aggravanti del caso” conclude Piera Rosati.

Per chi volesse partecipare, LEAL, LIV Toscana, Rifugio Onlus Lamporecchio stanno organizzando una manifestazione spontanea per sabato 29 ottobre contro i maltrattamenti degli animali con ritrovo alle ore 15.00 al muretto “immagini cani” lungo il fiume Pescia vicino la passerella Sforzini. Per maggiori informazioni cliccate qui.

Fonti: LNDC, LIV Toscana, Gazzetta di PistoiaF.A.E. Italia – Polo Giuridico, La Nazione
Foto: un frame del video (per scelta non pubblichiamo il video integrale particolarmente cruento. Per chi fosse interessato alla sua visione può cliccare qui)

 

 

 

© Riproduzione riservata