Pitbull mutilato con le forbici, senza anestesia e abbandonato sanguinante

Salvato dai volontari OIPA, Angelo è stato ricoverato d’urgenza

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

E’ stato ricoverato d’urgenza Angelo, il cane di razza pitbull recuperato dai volontari delle Guardie Eco Zoofile dell’OIPA il 6 settembre nelle campagne di Paceco, in provincia di Trapani. Allertate da una segnalazione della Polizia locale, le guardie OIPA si sono precipitate su posto indicato trovandosi di fronte a una scena terrificante: il cane sanguinava copiosamente dalle orecchie, tanto che né la garza né la maglietta con la quale un passante aveva cercato di tamponare l’emorragia, sono state sufficienti ad arrestare la fuoriuscita del sangue.

angelo-1

Dal referto veterinario si è scoperto che il giovane pitbull, ritrovato con una corda stretta al collo e privo di microchip, aveva subito il taglio delle orecchie con delle comuni forbici, senza anestesia e senza ricevere alcun punto di sutura. Ancora in degenza presso la clinica veterinaria dove ha ricevuto il primo soccorso, Angelo adesso è in cura per l’infezione che si è sviluppata nella parte lesionata. Dopo aver trascorso un periodo di convalescenza in clinica, sarà trasferito presso una pensione in attesa di trovare una famiglia.

“Questa pratica, vietata dalla legge, è purtroppo ancora in uso tra i malviventi che sfruttano queste razze di cani nei combattimenti clandestini” ha dichiarato l’associazione. Per chi volesse aiutare i volontari di Trapani a sostenere le spese veterinarie per Angelo, qui tutti i riferimenti.

Fonte e foto: OIPA

© Riproduzione riservata