Oipa salva 44 chihuahua a Marcianise (CE): i cuccioli venduti illegalmente

Un pregiudicato locale denunciato per maltrattamento

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

A seguito di lunghe e approfondite indagini, le guardie zoofile OIPA Caserta hanno individuato due luoghi nella zona di Marcianise (CE) in cui un noto pregiudicato locale deteneva 44 cani, quasi tutti di razza chihuahua, che faceva accoppiare per venderne i cuccioli. E’ stato proprio da alcuni centri commerciali della zona che sono partite le prime segnalazioni: l’uomo e alcuni suoi collaboratori sono infatti stati visti fuori da alcuni esercizi nell’atto di vendere ai passanti cuccioli di chihuahua in maniera irregolare.

chihuaha (16)

Il primo sopralluogo in un quartiere notoriamente interessato da attività illecite, ha permesso di trovare cani chiusi all’interno di un garage, al buio e senza ricircolo d’aria, sulle cui pareti erano state ricavate tante piccole celle. I cani, deprivati di qualsiasi contatto con il mondo esterno, vivevano tra le loro stesse feci. Il secondo sopralluogo, in un edificio adibito a canile nella campagne circostanti, ha evidenziato la presenza di altri cani chiusi in box, tra cui una mamma con sei cuccioli e quattro femmine incinte.

Il proprietario è stato denunciato per maltrattamento e gli animali sono stati posti sotto sequestro in collaborazione con la Polizia di Stato e trasferiti in una struttura protetta dove verranno sottoposti a tutti gli accertamenti veterinari. Le prime visite hanno permesso di appurare che uno dei cani era affetto da una grossa massa tumorale, mentre gli altri sono ancora sotto osservazione.

Fonte e foto: OIPA

© Riproduzione riservata