#IONONTIABBANDONO: abbandonare un animale è un reato punito con l’arresto

Parte la campagna estiva di Lega Nazionale per la Difesa del Cane in collaborazione con Strada dei Parchi Spa

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Purtroppo i mesi estivi continuano a rappresentare il momento di picco degli abbandoni, nonostante siano moltissime le alternative oggi disponibili: sempre più strutture alberghiere sono accettano i nostri quattro zampe, così come le spiagge attrezzate (qui la guida di LNDC www.invacanzaconloro.it) e cresce il numero delle pensioni a loro dedicate, come quello di privati che offrono ospitalità per il periodo estivo a fronte di un piccolo rimborso spese (esistono addirittura siti appositi che mettono in contatto domanda e offerta, come Petme o DogBuddy).

Manifesto-IONONTIABBANDONO-SDP-LNDC-564x412

Inoltre molto spesso questi abbandoni avvengono su pericolosissime strade a scorrimento veloce e autostrade. Per questo motivo, Strada dei Parchi Spa – concessionaria per la gestione delle autostrade A24 e A25 – lancia la campagna #ionontiabbandono in collaborazione con Lega Nazionale per la Difesa del Cane. “Lasciare un cane in autostrada vuol dire rinunciare ad essere amati”, recita il claim della campagna, ma vuol dire anche commettere un reato ai sensi dell’art. 727 del Codice Penale. La legge prevede che “chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro.”

Chiunque assista a un episodio di questo genere deve sporgere immediatamente denuncia alle forze dell’ordine (Polizia, Carabinieri, Corpo Forestale dello Stato, Polizia Locale) e, se possibile farlo in sicurezza, scattare una foto o registrare un piccolo filmato per acquisire il maggior numero di prove possibile a sostegno della denuncia. In ogni caso, prendere nota del numero di targa e del modello dell’auto, nonché del punto esatto in cui l’animale è stato abbandonato. “È importante la collaborazione di tutti per arginare questo drammatico fenomeno e assicurare una punizione esemplare ai criminali che, con questo gesto, mettono a rischio la vita degli animali e delle altre persone che viaggiano sulle strade” conclude Lega Nazionale per la Difesa del Cane.

Fonte e immagine: LNDC

© Riproduzione riservata