Anche Eataly mette al bando il foie gras

Continua la campagna #ViaDagliScaffali di Essere Animali

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Un’altra vittoria per Essere Animali, che ha convinto Eataly a cessare le vendite di foie gras e ad aderire alla campagna #ViaDagliScaffali. Il grande risultato per gli animali arriva dopo la diffusione dell’indagine che l’associazione ha realizzato in Francia, con cui ha documentato le terribili condizioni in cui sono allevate anatre e oche, alimentate forzatamente allo scopo di far ingrassare il loro fegato e in seguito ad alcune azioni dimostrative davanti ai punti vendita Eataly a Bologna e Milano.

foiegras_eataly_essereanimali“Riguardo al foie gras siamo in esaurimento scorte e abbiamo scelto di bloccare gli ordini” ha dichiarato Simona Milvo, Ufficio Stampa Eataly. “La scelta di Eataly è importantissima, questo brand alimentare è considerato uno dei più influenti al mondo anche dalla rivista economica Forbes e siamo quindi certi che tale decisione avrà notevoli ripercussioni sul mercato del foie gras” ha commentato Essere Animali. “Ringraziamo Eataly per aver aderito alla campagna #ViaDagliScaffali, il loro impegno è un importante segnale contro la tortura dell’alimentazione forzata”.

Ricordiamo che gli animali sottoposti a gavage – ad oggi ancora 44 milioni l’anno – sono alimentati forzatamente con un lungo tubo metallico inserito direttamente nello stomaco, che provoca problemi respiratori, vomito, diarrea, ferite alla gola e all’esofago. Molti animali non sopravvivono a questo processo, vietato in Italia e considerato “nocivo per il loro benessere” anche dal Comitato Scientifico Veterinario dell’Unione Europea, ma purtroppo ancora consentito in Francia, Ungheria, Spagna, Belgio e Bulgaria, e da qui venduto poi in tutto il mondo, Italia compresa.

Eataly è la seconda catena di supermercati che cessa di vendere foie gras in seguito all’indagine di Essere Animali, che ha documentato cosa accade negli allevamenti francesi da cui proviene oltre il 70% del foie gras venduto in tutto il mondo. Nei mesi scorsi anche il gruppo PAM/Panorama ha optato per questa scelta, unendosi all’impegno già preso da Coop nell’ottobre del 2012.

“Questi supermercati hanno ascoltato le crescenti preoccupazioni di cittadini e associazioni, che da anni denunciano le gravissime sofferenze causate agli animali per la produzione di foie gras. Il nostro obiettivo è togliere il foie gras dalla grande distribuzione e spingere anche Auchan, Bennet, Carrefour, Conad ed Esselunga verso tale scelta. Chiediamo a questi supermercati un impegno etico che oggi non può più essere rimandato” conclude Simone Montuschi, portavoce di Essere Animali.

box PETIZIONI

Fonte e foto: Essere Animali (foto Francesco Castaldo)

© Riproduzione riservata