Guardie Zoofile ENPA e Regione Molise insieme contro il randagismo

Oltre 200 cani già controllati e diverse le giornate promozionali di iscrizione gratuita all’anagrafe canina programmate

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Sono già oltre 200 i cani sottoposti a verifica di iscrizione all’anagrafe canina dal progetto ASReM “Fido … uno di noi” finanziato dalla Regione Molise e realizzato in collaborazione con le Guardie Zoofile Volontarie dell’ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali) per le attività rivolte al controllo del randagismo e alla tutela degli animali d’affezione. Nei 15 Comuni della regione Molise finora controllati sono state cinque le sanzioni amministrative comminate per mancata identificazione dei cani con il microchip secondo quanto previsto dalla normativa regionale che ne prevede l’obbligo per i cani detenuti a qualsiasi titolo.
Progetto enpa moliseIl progetto, attuativo di alcune delle misure previste dal Piano Triennale per la prevenzione del randagismo approvato dalla Regione Molise, intende promuovere il possesso responsabile dei cani mediante l’implementazione dell’iscrizione dei cani all’anagrafe canina, “un obbligo per i proprietari di cani, troppo spesso disatteso, con conseguenze economiche e sociali molto negative” commenta ENPA. “La mancata iscrizione all’anagrafe dei cani rappresenta, purtroppo, la più diffusa modalità di non rispetto per l’animale che da sempre, paradossalmente, viene considerato il più caro amico dell’uomo e che spesso preclude all’abbandono”.

Il dottor Michele Colitti, direttore dei Servizi Veterinari della Regione Molise, ha dichiarato in merito: “…il Piano triennale regionale per la lotta al randagismo, nonostante qualche ritardo nella sua esecuzione, sta iniziando a dare i suoi frutti. I dati riguardanti le attività sul territorio confermano che le misure adottate sono quelle giuste. E anche il protocollo stipulato tra ASREM ed ENPA va in questa direzione e contribuirà a garantire, relativamente alle problematiche connesse al randagismo, un controllo più incisivo del territorio attraverso l’impegno delle Guardie Zoofile Volontarie appartenenti alla prima e più antica Associazione Animalista”.

L’ASReM e L’ENPA hanno già calendarizzato altri comuni sui quali intervenire sia con la programmazione di giornate promozionali di iscrizioni gratuite dei cani all’anagrafe canina, con le prestazione di veterinari appositamente incaricati nei quattro ambiti territoriali dell’Azienda Sanitaria, che di ulteriori controlli indirizzati a coloro che non regolarizzano, nel corso dell’evento, l’iscrizione del proprio cane.

“E’ la prima volta che una regione si affida alla professionalità e alle competenze delle Guardie Zoofile per le azioni di contrasto al randagismo. Ritengo che questa sia, già da ora, un’esperienza molto positiva esportabile anche in altre realtà del Paese” aggiunge Antonio Fascì, responsabile del Servizio Nazionale Guardie Zoofile Enpa. “Nel contrasto a quella che rappresenta una vera piaga, la nostra strategia d’intervento si basa non solo sui controlli e sulla repressione degli illeciti ma, soprattutto, sul valore aggiunto della sensibilizzazione dei cittadini. Perché” conclude Fascì “dove c’è l’educazione al rispetto e alla cura degli animali non ci sono né abbandoni né maltrattamenti”.

Fonte: ENPA
Foto: Pixabay

© Riproduzione riservata