Fauna selvatica: poche semplici regole per difenderla

Enpa Genova pubblica un vademecum fotografico da condividere

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Con l’inizio della bella stagione, le lunghe giornate di sole e le gite nella natura aumentano le possibilità di contatto con gli esemplari della fauna selvatica, anche e soprattutto cuccioli. Talvolta può capitare di avvistare un piccolo senza i propri genitori ma non sempre questo significa che esso sia in difficoltà o abbia bisogno di aiuto.

Alcune volte il nostro intervento risulta più dannoso che d’aiuto. Un cucciolo solo, infatti, potrebbe non esserlo davvero e i genitori potrebbero semplicemente essere nei paraggi in cerca di cibo. Tuttavia quando tocchiamo un cucciolo trasferiamo su di esso il nostro odore, condannandolo così a morte certa, perché verrà poi rifiutato dalla mamma.

Enpa genovaPer questo motivo la Sezione Enpa di Genova ha messo a punto un vademecum fotografico per spiegare cosa fare in caso di incontro ravvicinato con un selvatico. In generale le regole principali sono:

1.non tocchiamo i cuccioli, per non trasferire il nostro odore e rischiare che i genitori poi li rifiutino;
2.non tocchiamo i piccoli di merlo: lasciano il nido molto presto, ma i genitori li sorvegliano a distanza;
3.prima di potare un albero, controlliamo sempre che non ospiti un nido;
4.quando tagliamo il prato in giardino, controlliamo che non ci siano ricci;
5.quando guidiamo di notte facciamo attenzione a chi attraversa la strada (rospi, ricci, volpi… e anche gatti!)

Solo se troviamo dei piccoli di rondone caduti dal nido o nel caso in cui l’animale risulti effettivamente ferito è opportuno intervenire portandolo al Centro di Recupero faunistico più vicino. Bisogna contattare la Polizia Provinciale competente per territorio, oppure il Corpo Forestale dello Stato al numero unico nazionale 1515, che vi metterà in contatto con la stazione del Corpo Forestale più vicina al luogo di ritrovamento.

Qui la gallery completa realizzata da Enpa Genova.

© Riproduzione riservata