Cani Sciolti: blitz di Pasqua davanti al Duomo di Milano

La manifestazione in difesa degli animali e contro il consumo di carne

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

A Pasqua, davanti al sagrato del Duomo di Milano, dalle 10.30 alle 11.00 attivisti del movimento Cani Sciolti hanno organizzato un blitz contro ogni abuso animale e contro la carne.

pasqua 2016 blitz (c) sara gadda 17Un’attivista del movimento con con una tunica bianca insanguinata e una corona di spine ha inscenato la passione degli animali uccisi per essere mangiati durante le festività. Una trentina di altri attivisti del movimento si sono schierati con abiti bianchi sul sagrato del Duomo di Milano. I cartelli e gli striscioni rappresentavano immagini di macellazioni o riportavano cartelli con frasi di condanna nei confronti del massacro animale: “io non mangio i miei fratelli” e “non mangiamo l’innocenza”.

Il clou della protesta è stato durante l’ngresso dei fedeli alla Messa Solenne celebrata in Duomo a sottolineare che l’agnello di Dio, come tutti gli altri animali va rispettato e protetto e non servito in tavola per celebrare una festività religiosa.

“Gli attivisti” spiega il movimento “vogliono essere i portavoce della sofferenza, del terrore, dell’agonia, di chi non ha voce in quanto vittima della brutalità e ingordigia umana. Tutti dovrebbero assistere allo strazio delle madri a cui viene strappato il proprio cucciolo, tutti dovrebbero ascoltare il loro agghiacciante e disperato grido di dolore e vedere i tentativi di rincorre la propria creatura caricata con brutalità e noncuranza su un camion verso il mattatoio”.

pasqua 2016 blitz (c) sara gadda 22“Chi mangia carne spesso non accetta di vedere o sentire cosa accade nei macelli per non dover affrontare il cambiamento di abitudini” ha dichiarato un portavoce del movimento. “Noi siamo la testimonianza che questo passo non solo si può fare, ma è doveroso nel rispetto della vita. Noi in passato abbiamo mangiato carne e poi ci siamo resi conto che far uccidere da altri un essere viventi per cibarsene equivale a essere mandanti di un crimine nei confronti di chi è indifeso e innocente. Cambiare si deve e si può e nessuna religione correttamente interpretata può istigare a una simile violenza e ingiustizia. Ogni nostra azione porta al disvelamento di un massacro che deve prima o poi finire in nome della giustizia e dell’etica”.

Fonte: Cani Sciolti
Foto: Sara Gadda per Cani Sciolti

© Riproduzione riservata