Migliora lo stato di salute di Frittella, ma permane il trauma psicologico

La cagnolina rimarrà per sempre con la presidente della sezione di Aversa (CE) di Lega Nazionale per la Difesa del Cane

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Mentre sono ancora aperte le ricerche dei colpevoli dello stupro di Frittella, nei confronti dei quali Lega Nazionale per la Difesa del Cane – a cui è affidata la cagnolina – ha sporto denuncia, le sue condizioni migliorano giorno dopo giorno.

Frittella 2

Sabato scorso Frittella è stata sottoposta a un’ulteriore visita medica e a un’ecografia che ha dato risultati positivi superiori alle aspettative. Le lacerazioni interne sono praticamente cicatrizzate e dopo un mese di costanti cure e alimentazione ad hoc, anche le parti maggiormente lese del suo corpo sono tornate alla normalità e non c’è più traccia di perdite ematiche. Frittella ha ripreso a camminare e esce in passeggiata. “Fisicamente il cane si è ripreso quasi al 100%” racconta Emma Gatto, presidente locale LNDC, che accudisce personalmente Frittella, aiutata da volontari fidatissimi “Quello che non ha ancora completamente superato è il trauma psicologico. Inizialmente quando una persona le si avvicina rinserra la coda tra le gambe e si accuccia per terra cercando di farsi il più piccola possibile. Poi pian piano accetta le coccole e le carezze che non le vengono fatte mancare”.

Emma Gatto, che è supportata dai consigli di un esperto del comportamento animale, non dispera che la piccola, seppur lentamente, recuperi la fiducia negli esseri umani verso i quali era sempre stata molto socievole. E ha assicurato che Frittella, per evitarle ogni possibile ulteriore sconvolgimento, rimarrà per sempre con lei.

Inoltre, per dare notizie e aggiornamenti sullo stato della cagnolina, i volontari LNDC di Aversa hanno creato un Gruppo pubblico su facebook che hanno chiamato “Amici di Frittella” dove tutti potranno seguire i suoi miglioramenti.

La petizione “Giustizia per Frittella” ha raggiunto oltre 71 mila firme. Ci auguriamo che i colpevoli siano individuati e processati.

Fonte e foto: LNDC

© Riproduzione riservata