Cina: salvato da Animals Asia un gruppo di cuccioli seppelliti vivi

I cani, portati alla riserva naturale di Animals Asia a Chengdu, verranno presto adottati in Inghilterra e negli Stati Uniti

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

I veterinari di Animals Asia sono intervenuti per aiutare sei cuccioli e la loro madre – salvati e accuditi da alcuni studenti dopo che in un campus universitario a Lanzhou, in Cina, erano stati seppelliti vivi.

Puppy close upLa tragedia di questi cuccioli meticci ha provocato molte polemiche, dopo che la notizia è stata riportata dalla stampa internazionale. Secondo la ricostruzione dei media, gli studenti del corso di Economia e Finanza dell’Università di Lanzhou si sono insospettiti quando casualmente hanno sentito il latrato incessante di un cane e visto alcune persone – in apparenza vigilantes del campus – intente a riporre delle zolle erbose sul suolo. Determinati a capire che cosa stesse accadendo, gli studenti hanno scoperto un gruppo di cuccioli seppelliti sottoterra. Hanno cominciato a scavare per riesumare i cani – che avevano appena qualche settimana e non erano ancora stati svezzati dalla madre, chiamata successivamente Bear. Secondo quanto riportato dai media locali gli studenti si sono presi cura dei cani nascondendoli in un’abitazione vicina e portando loro del cibo quotidianamente.

Print“Non appena siamo stati allertati, il nostro team che si dedica al Benessere di Cani e Gatti in Cina ha contattato l’Università di Lanzhou per provare a rintracciare questi incredibili studenti e verificare le condizioni dei cani” ha spiegato Jill Robinson, fondatrice e presidente di Animals Asia, che ha offerto loro l’aiuto dell’associazione in termini di cure veterinarie, cibo e coperte. “Tutti verranno vaccinati contro la rabbia, sterilizzati, sottoposti ai consueti check-up medici e l’anno prossimo inizieranno una nuova vita. Il signor Robin Russell, uno dei nostri sostenitori inglesi di lungo corso, ci ha contattato dopo che sua moglie Stephanie Russell ha letto la storia e ha deciso di pagare per il trasferimento dei cani in Inghilterra e Stati Uniti. Robin e Stephanie si sono anche offerti di adottare Bear e trovare una nuova casa per i cuccioli”. I cani randagi sono visti come un grande problema in Cina per via della rabbia e dall’atteggiamento irresponsabile dei proprietari, che non provvedono alla loro sterilizzazione creando problemi di sovrappopolazione.

Il Team di Animals Asia che si occupa del Benessere di Cani e Gatti ha poi incontrato gli ufficiali governativi all’Università di Lanzhou per definire un piano di intervento in relazione ai randagi presenti nel campus, affinché tali episodi non si ripetano in futuro, e ha ottenuto il via libera alla proposta di sterilizzare i cani randagi nella zona.

Jill continua: “La Cina è spesso sulle prime pagine dei giornali per le questioni che riguardano il benessere animale, ma è importante riconoscere che un gran numero di persone è generoso, compassionevole e si dedica alla cura degli animali. Questi studenti e lo staff che ho incontrato ne sono un chiaro esempio. I ragazzi sono intervenuti prontamente per salvare i cuccioli e hanno dedicato loro tempo e attenzioni – potremmo considerarli degli eroi. Rappresentano un vanto per l’università”.

Fonte: Animals Asia

© Riproduzione riservata