Pistoia: Enpa chiede lo stop per la Giostra dell’Orso. Lanciato il mail bombing

Il bilancio delle edizioni passate è di 11 cavalli morti e 16 feriti

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Fermare una volta per tutte la Giostra dell’Orso: è quanto ha chiesto la presidente nazionale di Enpa, Carla Rocchi, al Sindaco di Pistoia, Samuele Bertinelli, in appoggio alla campagna promossa sul territorio dalle Sezioni pistoiesi della Protezione Animali e dell’Oipa.

palio enpa“Un palio che nel corso degli anni ha visto la morte di ben 11 cavalli e il ferimento di altri 16″ sottolinea Carla Rocchi “è una manifestazione che, per quanto si possano seguire e rispettare regole vecchie e nuove, ha dimostrato, come confermano anche procedimenti giudiziari in corso, di non essere in grado di garantire la sicurezza degli equidi”. “Il punto” spiega la presidente nazionale di Enpa “è che palii, sagre e altri eventi con animali, oltre ad essere eticamente e culturalmente inaccettabili, perché basati sullo sfruttamento e sulla sofferenza di altri esseri viventi, rappresentano un pericolo per la loro incolumità e vanno pertanto aboliti. D’altro canto, è fondamentale ricordare che gli animali sono riconosciuti come esseri senzienti, dalla scienza e dal diritto, e che esistono normative specifiche, anche internazionali, che li tutelano”.

Naturalmente, il problema non interessa soltanto Pistoia ma tutti i luoghi in cui vengono organizzate iniziative del genere. “Oggi ad essere sotto i riflettori è la città toscana dove l’amministrazione comunale, che pure è chiamata a pronunciarsi sul destino della Giostra, sta ricorrendo a diversi espedienti per evitare di prendere posizione. Con una scelta di civiltà” prosegue la Presidente di Enpa “Bertinelli avrebbe l’opportunità di porsi come esempio per molti suoi colleghi e di essere ricordato come uno dei primi sindaci ad avere fatto del proprio Comune un territorio animal friendly per quanto riguarda palii e sagre”.

Per questo la Protezione Animali ha promosso attraverso la propria pagina Facebook, che conta circa 730 mila fan, un mail bombing con cui sollecitare il primo cittadino a compiere finalmente questa scelta di civiltà.

Fonte: Enpa

© Riproduzione riservata