Billy, cieco per una ferita d’arma da fuoco

Salvato dai volontari OIPA di Trapani cerca famiglia

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Trovato con il volto sfregiato dai colpi di una cartaccia a pallini, Billy è stato la pedina di un passatempo crudele e perverso: soccorso dai volontari OIPA su una strada statale, nel comune di Calatafimi Segesta, in provincia di Trapani, questo giovane cagnolino di soli due anni è rimasto cieco a causa delle numerose lesioni presenti sul muso, sulla testa e nei padiglioni auricolari compatibili con l’esito di una ferita d’arma da fuoco subita già da tempo.

billy (2)Denutrito e disidratato, Billy deve aver vagato a lungo prima di essere segnalato ai volontari OIPA, che l’hanno sottoposto a proprie spese a una serie di controlli veterinari per verificare il suo stato di salute e per capire se potesse recuperare la vista.

Dalla radiografia effettuata è emersa la presenza di diversi proiettili sottocutanei che tuttavia i medici hanno sconsigliato di rimuovere, dal momento che non determinano sofferenza per il cane.
E’ stata, inoltre, riscontrata una cheratocongiuntivite bilaterale, una patologia oculare che impedisce un esame approfondito dell’occhio, ma dai primi accertamenti effettuati la vista non sembrerebbe recuperabile.

Accolto presso un piccolo terreno insieme ad altri cani che attendono ancora una famiglia, i volontari OIPA stanno curando Billy con una terapia mirata per gli occhi, nella speranza di poter trovare per lui un’adozione speciale. Nonostante le sofferenze subite, Billy, di taglia medio-piccola, 12 kg di peso, è molto dolce e socievole, sia con le persone che con gli altri cani.

billy (5)

Per informazioni sull’adozione o per mandare aiuti: Anna Calderone – Delegata OIPA Trapani, Tel. 392 8596781;trapani@oipa.org

© Riproduzione riservata