Adottare consapevolmente: l’importanza delle motivazioni di razza

Pregi e difetti dei 10 macrogruppi individuati dalla Federazione Cinologica Internazionale. Scopriamo il gruppo 1

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Sembrerà una banalità, ma i cani non sono tutti uguali. Non sono diversi solo da un punto di vista morfologico (taglia, muso, pelo, arti, ecc.) ma, soprattutto, per il grado di selezione nel corso della loro evoluzione e storia.
Mano a mano che il cane si è staccato dalla sua funzione utilitaristica strettamente lavorativa le sue capacità performative sono diventate a volte inopportune rispetto al contesto in cui vive.

cani gruppo

Se si sceglie un cane da lavoro dobbiamo tener conto delle sue esigenze e, se non sono compatibili con le nostre, dovremmo pensare a quali potrebbero essere le conseguenze di reprimere impulsi per lui spontanei, sia in termini di impegno per noi e che di sofferenza per l’animale. Per un cane poter esprimere i comportamenti intrinseci del suo patrimonio genetico fa parte del soddisfacimento dei bisogni vitali esattamente come mangiare.

Come riconoscere, quindi, il cane più adatto a noi?
Sapere quali sono le motivazioni di razza del nostro cane (o ancora meglio del cane che vorremmo adottare) non può che agevolare il nostro percorso educativo con lui e facilitare la nostra convivenza, rendendola più appagante e serena.

La FCI (Federazione Cinologica Internazionale), ha pensato bene di darci una mano suddividendo le più di 400 razze riconosciute in 10 macro gruppi che seguono un criterio morfologico e motivazionale:

  1. CANI DA PASTORE E BOVARI (esclusi Bovari Svizzeri)
  2. CANI DI TIPO PINSCHER E SCHNAUZER, MOLOSSOIDI E BOVARI SVIZZERI
  3. TERRIER
  4. BASSOTTI
  5. CANI DI TIPO SPITZ E PRIMITIVI
  6. SEGUGI E CANI DA PISTA DI SANGUE
  7. CANI DA FERMA
  8. CANI DA RIPORTO, DA CERCA, DA ACQUA
  9. CANI DA COMPAGNIA
  10. LEVRIERI

A partire da questa settimana vi racconteremo pregi e difetti di questi gruppi, dandovi qualche piccolo suggerimento su come capire se sono adatti a voi.

Cominciamo oggi con il primo gruppo: CANI DA PASTORE E BOVARI (esclusi Bovari Svizzeri). Questi cani sono stati selezionati per per condurre il bestiame seguendo le indicazioni dell’uomo (ad esempio BORDER COLLIE, PASTORE TEDESCO, PASTORE BELGA, BOBTAIL)

pastore belga

Quali sono i loro punti di forza?
Sono facilmente addestrabili e hanno una capacità di apprendimento altissima. Sono piuttosto individualisti, ma molto fedeli e attaccati al proprietario (necessitano tassativamente di una guida), con il quale sviluppano un rapporto esclusivo e quindi entrano spesso in competizione con gli altri cani. Sono intelligenti e obbedienti, con un grande senso del dovere. Difficilmente scappano se lasciati liberi, sono versatili, esuberanti e curiosi. Necessitano di molta attività e di lavoro, perché sono estremamente reattivi alla richieste del loro conduttore.

Quali i problemi principali?
Se non vengono utilizzate, dirotteranno le loro ingenti risorse intellettive e fisiche su attività non molto utili e accettabili come l’abbaiare ossessivamente, inseguire automobili, motorini, biciclette, passanti, scavare buche ecc…

Questo cane fa per te se….
Abiti in campagna, sei un tipo sportivo, dinamico e ami stare all’aria aperta; se vuoi costruire una stretta relazione con il tuo cane e hai molto tempo da dedicargli. Assolutamente sconsigliato ai pigri.

Di questi gruppo fanno parte anche i cani PASTORI GUARDIANI – Es. MAREMMANO, che sono stati selezionati per difendere le pecore e quindi muoversi insieme a loro.

maremmano

Quali sono i loro punti di forza?
Spesso solitari, sviluppano un legame con l’uomo molto meno solido dei loro cugini conduttori, perché sono essenzialmente molto più legati al territorio a loro assegnato. Hanno un carattere forte, che manifestano sopratutto nello spiccato istinto di difesa. Poco curiosi, hanno un’istinto predatorio molto basso.

Quali i problemi principali?
Sono poco controllabili. Hanno una forte carica istintiva alla difesa del proprio territorio e non tollerano molto i contatti fisici. Piuttosto difficili da addestrare, sono poco collaborativi.

Questo cane fa per te se….
Hai un bel giardino dove lasciar passare al tuo cane qualche ora tranquillo e non sei alla ricerca solo di un cane da compagnia. I Pastori Guardiani amano la solitudine e la tranquillità, sono molto indipendenti e hanno bisogno di ampi spazi. E’ un cane che non apprezza la vita esclusivamente in appartamento.

E se avete un meticcio? Niente paura, ogni cane ha una razza predominante, cercate di scoprire quale, magari con l’aiuto di un educatore cinofilo, e imparatene le caratteristiche, vi aiuterà a definire più facilmente ciò che tendenzialmente sarà interessato a fare e a cercare nel mondo.
E’ bene comunque ricordare che questa classificazione consente di effettuare previsioni approssimative sull’effettivo carattere dell’individuo. Il comportamento è, infatti, condizionato anche da una molteplicità di fattori tra cui l’ambiente di sviluppo, gli apprendimenti e naturalmente le esperienze di vita del singolo.

Alla prossima settimana con il gruppo 2!

Federica Villa

Educatrice Cinofila presso Asilo per cani Dog is Good

Foto: Pixabay/Animal Republic

dog is good banner (1)-1

© Riproduzione riservata