Adottare consapevolmente: l’importanza delle motivazioni di razza (parte 3)

Pregi e difetti dei 10 macrogruppi individuati dalla Federazione Cinologica Internazionale. Scopriamo il gruppo 3: i Terrier

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Siamo oggi alla terza tappa del nostro viaggio dentro il mondo canino. La scorsa settimana abbiamo conosciuto meglio il secondo dei 10 macrogruppi in cui la FCI (Federazione Cinologica Internazionale) ha diviso le 400 razze riconosciute seguendo criteri morfologici e motivazionali comuni. Abbiamo scoperto un gruppo abbastanza articolato e complesso, con molte caratteristiche comuni tra le diverse razze che lo compongono, ma anche qualche peculiarità.

jack russel

Affrontiamo oggi il terzo gruppo di cui fanno parte tutti i TERRIER – es. JACK RUSSELL, BULL TERRIER, YORKSHIRE, AMERICAN STAFFORDSHIRE, che vengono suddivisi in: a gamba lunga, a gamba corta, bull e toy. Negli ultimi anni abbiamo assistito all’esplosione di vere e proprie mode per alcune di queste razze, tutt’altro che facili da gestire. Comprendere le motivazioni di razza del cane che vorremmo adottare è importante per riconoscere i comportamenti intrinseci del suo patrimonio genetico: questi impulsi spontanei emergono prima o poi in tutti i cani, perchè sono bisogni vitali.

Selezionati come cani da lavoro, i Terrier non hanno mai necessitato di un grosso addestramento perché per loro l’arte venatoria si basa più che altro su pulsioni istintive: utilizzati per la caccia in tana di piccoli animali (come il tasso, la volpe e i ratti), questi cani eseguono istintivamente una sequenza predatoria intera – cioè fino all’uccisione della preda.

bull-terrier-112515_640Quali sono i loro punti di forza?
Sono molto legati al proprietario, coraggiosi, audaci, agili, veloci e reattivi a stimoli più sonori e visivi che olfattivi, vocalizzatori (sono cani che comunicano spesso con il conduttore attraverso l’abbaio). Anche se di taglia contenuta hanno un temperamento importante. Infine hanno un forte istinto predatorio.

Quali i problemi principali?
Abbaiano con facilità, hanno un gran bisogno di movimento e sono molto eccitabili. Sono molto competitivi con gli altri cani e a volte questo li porta a sfociare in comportamenti aggressivi se non ben educati fin da cuccioli.

Questo cane fa per te se…
Sei disposto a lavorare sodo con lui, ami le sfide e non ti spaventa l’attività fisica (tanta!). I cani di questo gruppo hanno bisogno di essere seguiti molto più di cani di altri gruppi, ma la relazione che poi si creerà sarà impagabile.

E se avete un meticcio? Niente paura, ogni cane ha una razza predominante, cercate di scoprire quale, magari con l’aiuto di un educatore cinofilo, e imparatene le caratteristiche, vi aiuterà a definire più facilmente ciò che tendenzialmente sarà interessato a fare e a cercare nel mondo.
E’ bene comunque ricordare che questa classificazione consente di effettuare previsioni approssimative sull’effettivo carattere dell’individuo. Il comportamento è, infatti, condizionato anche da una molteplicità di fattori tra cui l’ambiente di sviluppo, gli apprendimenti e naturalmente le esperienze di vita del singolo.

Alla prossima settimana con il gruppo 4!

Fonte: Federica Villa
Educatrice Cinofila presso Asilo per cani Dog is Good
Foto: Pixabay

dog is good banner (1)-1

© Riproduzione riservata