Il maltempo mette in ginocchio il canile di Francavilla Fontana (BR)

Si teme per la sicurezza e l’incolumità dei cani del rifugio Speranza

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Un violento nubifragio, seguito da raffiche di vento capaci di abbattere alberi secolari hanno procurato ingenti danni al rifugio Speranza di Francavilla Fontana (BR), gestito dalla sezione locale della Lega Nazionale per la Difesa del Cane. Per fortuna, a parte il grande spavento che li ha lasciati sotto shock per alcuni giorni, i 170 cani ospiti della struttura sono tutti rimasti illesi, rassicura l’associazione. Ma la quasi totalità della recinzione è andata distrutta così come i pannelli coibentati di molti box letteralmente sgretolati.

francavilla-01-564x328

I volontari hanno tentato di porre riparo, almeno provvisorio, alla situazione catastrofica ma si è rivelata un’impresa impossibile. Occorrono mezzi adatti e manodopera specializzata che esula dalle possibilità economiche della sezione. Così ora oltre ai mucchi di macerie da rimuovere c’è un recinzione inesistente. Chiunque può entrare e uscire dal canile a proprio piacimento creando una condizione di forte rischio per gli ex randagi che al rifugio Speranza avevano trovato una casa sicura e protetta dai malintenzionati, che oggi a causa dei danni alla struttura potrebbero entrare e far dei male agli ospiti.

I volontari hanno paura per l’incolumità degli animali e hanno organizzato, nella misura del possibile, dei turni di vigilanza. Ma si tratta di un palliativo. La cinta esterna va ripristina e al più presto. Per questo motivo Lega Nazionale per la Difesa del Cane ha lanciato una raccolta fondi con cui finanziare almeno i lavori più urgenti.

Per chi volesse contribuire inviando una donazione, qui il link con tutte le informazioni necessarie.

Fonte: LNDC

© Riproduzione riservata