Dopo 100 anni di dolore, finalmente liberi!

Animals Asia: altre 6 fattorie della bile chiuse per sempre. Salvati 13 orsi dai maltrattamenti

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

19077249336_d131f7e8f1_bProsegue l’attività di Animals Asia contro i maltrattamenti degli orsi nel Sud-est asiatico. La scorsa settimana, l’organizzazione senza fini di lucro ha portato a termine una nuova operazione, mettendo in salvo 13 orsi e chiudendo per sempre 6 fattorie della bile nella baia di Halong, in Vietnam. Complessivamente questi orsi hanno trascorso 100 anni senza cibo, spazio, né compagni. Sottoposti ad atroci torture, com’è usanza in questo tipo di “fattorie”, dove agli animali vengono inseriti dei cateteri per estrarre la bile dalla loro cistifellea (in condizioni igieniche più che precarie), erano imprigionati in gabbie del tutto inadeguate alle loro dimensioni.Questi orsi non avevano un nome; adesso sono diventati Cinnamon, Angelica, Cinta, Shanti, Bao, Kujira, Gizmo, Sunny, Kane, Fluffy, Hatu, Bi Do e Lucky.

Nonostante i problemi logistici, e la tempesta tropicale Kujira che ha colpito la regione mercoledì scorso, Animals Asia li ha recuperati in soli quattro giorni in 10 diverse località nella provincia di Quang Ninh, dove le autorità hanno dato il via libera per salvare 30 esemplari dalle ultime fattorie della bile presenti nell’area.18541019474_cc3b2deff0_kRimangono quindi ancora 17 orsi da liberare, ma il loro salvataggio viene ritardato a causa delle intense negoziazioni tra i proprietari delle fattorie e le autorità locali.

“Migliaia di orsi sono morti a causa dell’industria della bile in tutta l’Asia, e centinaia solo in questa provincia”, ha commentato Jill Robinson. fondatrice e presidente di Animals Asia. “Ma ogni vita è preziosa, e noi continueremo a salvare ogni orso che potremo. Questi animali sono sopravvissuti contro ogni previsione, e il nostro incredibile team è riuscito finalmente a portarli a casa. Non dimentichiamo naturalmente i 17 che continuano a vivere in condizioni terribili. Ancora una volta chiediamo alle autorità di concludere rapidamente il trasferimento di questi orsi il prima possibile, in modo da scongiurare altri inutili decessi.”

Fonte e foto: Animals Asia

© Riproduzione riservata