Picchiato con il badile, ricoverato e restituito al suo aggressore

Oipa non ci sta e lo prende in custodia giudiziaria. Birillo ora è al sicuro presso uno stallo casalingo

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Restituito al suo aggressore. Questo avrebbe dovuto essere l’incredibile epilogo della triste vicenda di Birillo, un giovane meticcio simil volpino quasi ucciso a badilate in testa dal suo proprietario, un 53enne di Varignana (BO). Le guardie zoofile OIPA Bologna, venute a conoscenza del fatto, sono intervenute immediatamente e hanno proceduto con il sequestro del cane.

birillo (1)

“Appena appresa la notizia della restituzione del cane al trasgressore ci siamo attivati e, in collaborazione con i Carabinieri e del Comune di Castel San Pietro, siamo intervenuti rapidamente per mettere in sicurezza il povero cane che era ancora visibilmente sotto shock oltre ad aver riportato gravi lesioni” sottolinea Paolo Venturi, Coordinatore Regionale Guardie zoofile OIPA Emilia Romagna.

Date le condizioni critiche di Birillo, le guardie zoofile OIPA Bologna, dando seguito alla notizia di reato per maltrattamento di animale già depositata dai carabinieri, lo hanno preso in carico in custodia giudiziaria, occupandosi, quindi, sia del ricovero in clinica veterinaria per le cure necessarie, sia del conseguente stallo casalingo. Birillo presenta, infatti, delle ferite da taglio alla testa e un versamento di sangue nell’occhio, quindi la convalescenza non è compatibile con la detenzione in un box del canile.

Per maggiori informazioni su Birillo e per offrire il vostro aiuto potete contattare qui Oipa Bologna.

Fonte e foto: Oipa

© Riproduzione riservata