Grave emergenza per gli oltre 400 cani del rifugio LNDC di Carbonia (CI)

Dopo la tempesta di vento la struttura è in ginocchio

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

LNDC_Carbonia_2-300x225La sezione sarda di Lega Nazionale per la Difesa del Cane lancia un SOS disperato. Le raffiche di vento violente e incessanti che hanno flagellato la Sardegna e in particolare la zona del Sulcis hanno colpito al cuore anche il rifugio locale della Lega Nazionale per la Difesa del Cane. Per fortuna, gli oltre 400 cani ospitati, a parte la paura, non hanno subito danni diretti. Ma altrettanto non si può dire della struttura sulla quale il maltempo si è accanito provocando un vero e proprio disastro.

La copertura della casetta al cui interno sono collocati le soffianti, l’impianto elettrico e il depuratore è volata, sradicata completamente dalla muratura ancora ancorata nei ferri che la sostenevano. Nella caduta ha rotto un pezzo dell’ingranaggio del depuratore causando altri ingenti danni. Per evitare che fossero scoperchiati, i tetti dei box sono stati ancorati ma nel settore più sopraelevato ci sono stati comunque danneggiamenti.

LNDC_Carbonia_1-300x225“Stiamo vivendo una situazione drammatica, aggravata anche dal fatto di trovarci in una delle zone in assoluto più povere d’Italia dove la gente, anche volendo, non ha risorse per aiutarci” – racconta affranta la presidente della sezione di Carbonia Patrizia Sitzia – “Ci appelliamo al buon cuore di tutti per ricevere una mano e poter continuare a garantire ai cani che accudiamo il benessere e le cure di cui hanno bisogno. Bastano pochi euro. Tante gocce fanno un mare. E noi ne abbiamo veramente un grande bisogno e ringraziamo chi vorrà aiutare i nostri tantissimi ospiti a quatto zampe”.

Per dare un sostegno anche piccolo al rifugio di Carbonia e ai suoi 413 cani sfortunati trovate sul sito di Lega Nazionale per la Difesa del Cane tutti gli estremi per la donazione.

Fonte e foto: LNDC

© Riproduzione riservata