Vittoria: sigilli all’allevamento di visoni di Antegnate

Il primo sequestro di un allevamento di visoni in Italia

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Dopo una vicenda travagliata, molte proteste, perquisizioni e denunce (da parte di associazioni e dell’onorevole Paolo Bernini) all’allevamento di visoni di Antegnate (BG) sono stati messi sotto sequestro struttura e animali. Lo riferisce l’associazione Essere Animali da sempre in prima linea contro l’apertura di nuovi allevamenti e da mesi sul campo per contrastare l’ampliamento di questo allevamento già esistente.

sitoeAvisoniliberi

La magistratura ha predisposto i sigilli vista l’assenza delle necessarie autorizzazioni all’attività, non rilasciate dal Comune. La custodia degli animali è affidata ad Eital, con la quale l’associazione si impegnerà, assieme ad altre associazioni, a fare in modo che questo sia solo il primo passaggio verso la chiusura definitiva dell’allevamento e a dare agli animali una nuova vita.

“Si tratta di un precedente veramente importante: il primo sequestro di un allevamento di visoni in Italia. Un precedente che ci impegneremo a non far cadere nel nulla e che vogliamo sia da stimolo per la chiusura e l’abolizione di tutti questi allevamenti, anacronistiche attività in cui gli animali vengono uccisi e scuoiati per fare dei vestiti” conclude l’associazione.

Fonte e foto: Essere Animali

© Riproduzione riservata