Balsorano (Aq): individuato l’assassino dei tre cuccioli uccisi senza pietà

Lega Nazionale per la Difesa del Cane parte civile nel processo

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

cuccioli-balsorano-lndc“Uno scempio che ferisce nell’anima e per il quale vogliamo giustizia.” dice Piera Rosati, presidente di Lega Nazionale per la Difesa del Cane di fronte all’atto di crudeltà perpetrato ai danni di tre inermi cuccioli gettati in un dirupo dal loro stesso proprietario a Balsorano (Aq).

Il personale del Comando Forestale locale, ha rinvenuto, in località Collepiano, infatti, tre cani di piccola taglia, senza vita e in avanzato stato di decomposizione.
I cuccioli, un maschio e due femmine, di circa tre mesi d’età, avevano lacci di nylon legati al collo.

L’attività investigativa dei Forestali ha consentito di individuare il responsabile della raccapricciante vicenda, un uomo residente a Balsorano e proprietario degli animali. E’ stato deferito all’Autorità Giudiziaria e ora rischia una condanna dai 3 ai 18 mesi per aver cagionato la morte dei cagnolini con crudeltà e senza necessità.

L’autore del reato, messo alle strette dai Forestali, ha confessato di aver barbaramente ucciso i tre cani percuotendoli più volte con un bastone, di averli legati e gettati nella scarpata adiacente un terreno di sua proprietà.
All’uomo è stata contestata anche la sanzione amministrativa relativa alla mancata iscrizione degli animali all’anagrafe canina del Comune.

Lega Nazionale per la Difesa del Cane loda l’operato del Corpo Forestale, auspica una condanna esemplare e annuncia che si costituirà parte civile nel procedimento giudiziario perché, conclude la presidente Lndc : “barbarie di questo genere non devono e non possono restare impunite in un Paese civile. Chiederemo la punizione per il reato di uccisione di animali, che prevede una pena fino a due anni di detenzione, aggravato dall’aver agito con ferocia e senza necessità.”

Fonti e foto: Lndc e Corpo Forestale

© Riproduzione riservata