Pesto di rughetta al profumo di cocco

Un’alternativa validissima al basilico, ricca di vitamine e minerali

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Il pesto di rucola è una valida alternativa al tipico pesto alla genovese. Proponiamo una versione un po’ speciale, ricca di vitamine e proteine, con semi oleosi e farina di cocco per contrastare l’amaro della rucola o rughetta come viene chiamata a Roma. Questa pianta erbacea ha moltissime proprietà benefiche: è depurativa, digestiva, stimolante tonica ed emolliente. Perfetta per ripulirsi dai baccanali delle feste.
I semi di girasole inoltre hanno un ricchissimo patrimonio vitaminico, uno dei più elevati del mondo vegetale: B12, A,D, E e PP. Hanno un alto tenore di sali minerali e svolgono azione protettiva dell’organismo, sia antibatterica che antinfettiva. Anche i semi di zucca contengono molti sali minerali e proteine. Sopratutto decorticati hanno un elevato contenuto di cucurbitina che svolge azione vermifuga. Insomma tantissimi elementi utili in pochi semplici elementi. Ma ecco come realizzarlo:

INGREDIENTI: 1 mazzo di rucola, 4 noci, 1 cucchiaino di semi di zucca, 1 cucchiaino di semi di girasole, 1 cucchiaino di cocco in polvere, 2 cucchiai di semi di olio evo, 2 cucchiai di Parmigiano Reggiano o grana vegan, sale e pepe q.b.

rucola

Tritate su un tagliere la rucola lavata e mondata dalle foglie non più turgide. Mettetela in una ciotola. Sullo stesso tagliere tritate le noci e i semi molto fini e aggiungeteli alla rucola. Quindi il formaggio e il suo equivalente veg, il cocco, il sale il pepe e l’olio. Amalgamate il tutto e lasciate riposare 15 minuti. Il tempo di cuocere gli spaghetti.

E buon appetito!

 

© Riproduzione riservata