Bestseller Fur-Free

L’azienda danese ufficializza la rinuncia all’uso di pellicce animali

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

 “Un altro grande nome dell’industria dell’abbigliamento ha saputo dire basta alle pellicce animali dimostrando che è possibile fare moda ed essere leader nel mercato senza causare sofferenza agli animali” dichiara Simone Pavesi, Responsabile LAV Campagna Pellicce.

bestseller lav

Ogni giorno le associazioni animaliste denunciano le gravi condizioni di privazione e di violenza che milioni di animali sono costretti a subire per la produzione di pellicce. Fondata nel 1975, Bestseller, azienda che offre fast-fashion a prezzi accessibili per donne, uomini, ragazzi e bambini, ha finalmente ufficializzato la rinuncia all’uso di pellicce animali aderendo al Fur Free Retailer Program, lo Standard Internazionale della Fur Free Alliance – coalizione internazionale di organizzazioni che lavorano per porre fine allo sfruttamento e all’uccisione di animali per la loro pelliccia – promosso in Italia dalla Lav.

Katrine Milman, responsabile della sostenibilità aziendale per Bestseller, ha affermato: “Da più di un decennio Bestseller è una società fur-free. Siamo felici e orgogliosi della nostra politica aziendale, che è ampiamente apprezzata dai nostri clienti. Per questo motivo è naturale per noi diventare parte del Fur Free Retailer Program e, quindi, confermare ai nostri clienti che Bestseller non vende vera pelliccia”.

Bestseller è proprietaria di venti brand ora ufficialmente fur-free: JACK & JONES, JUNAROSE, JACQUELINE DE YONG, LITTLE PIECES, LP BOYS, MAMALICIOUS, NAME IT, NAME IT LIMITED, NOISY MAY, OBJECT COLLECTORS ITEM, ONLY, ONLY PLAY, ONLY & SONS, OUTFITTERS NATION, PIECES, PRODUKT, SELECTED, VERO MODA, VILA CLOTHES, Y.A.S. I capi di abbigliamento e gli accessori di questi marchi sono disponibili in 70 Paesi, presso oltre 15 mila negozi multibrand, 3mila negozi monomarca, e-commerce e grandi magazzini.

coniglietti angora lav

Nel mondo, le aziende moda che hanno già aderito allo Standard Fur Free sono oltre trecento. Tra di esse, il Gruppo Inditex (Zara e altri), H&M, C&A, Zalando, ASOS e, fra gli italiani, ELISABETTA FRANCHI, GEOX, QUAGGA, TU&TU, ELENA CASATI, BAREL ETHICAL LUXURY.

© Riproduzione riservata