La storia di Kira e Denise

Quando cogliere l’attimo fuggente cambia il destino di una piccola vita

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Denise ha trovato Kira che aveva circa due mesi. Il piccolo viveva in un buchino a bordo strada spaventato e traumatizzato. Era solo, della sua famiglia, mamma e fratelli, neanche l’ombra.

Kira_denise 2

Se quel giorno di tre mesi fa Denise non avesse colto quel rapido movimento vicino a marciapiede chissà cosa ne sarebbe ora di lui. Oggi Kira compie 5 mesi, e vive felice e al sicuro insieme a lei. Questo è il pensiero che Denise gli ha dedicato oggi:

Oggi, a detta della veterinaria, compi 5 mesi, cucciolo mio! E io tutte le sere non posso fare a meno che riguardare quelle foto e sorridere ripensando a quei giorni, quegli otto giorni di due mesi fa, quando mi hai tenuta per la strada insieme a te. Quando intravidi il tuo musetto sbucare da quel buco, prima di vederti rientrare in tutta fretta, rimasi per un attimo pensierosa “era veramente un gatto? Forse è di qualcuno. Forse non dovrei avvicinarmi, magari era un topo e mi son sbagliata.” ma alla fine mi sono convinta e ho tentato. E tentato ancora. 
Mi chiedo se anche tu li ricordi quei giorni, quando eri terrorizzato, nascosto da tutti dentro un buco stretto e puzzolente, senza cibo né acqua pulita e mi vedesti passare, e ritornare più e più volte. Volevo parlarti. Volevo vederti. E convincerti che conoscevo un posto più bello dove stare. Ma tu non mi credevi e continuavi a scappare…ma hai capito che non ero cattiva, e mi permettesti dopo pochi giorni di starti vicina mentre mangiavi. La gente che passava e mi prendeva per matta, seduta su un marciapiede ore e ore, e mi diceva “lascia perdere, bimba!” oppure “se vuoi un gattino c’è chi li da via”. Ma davvero secondo loro avrei potuto lasciarti lì? Impaurito anche dalla tua stessa ombra, ma con tantissima voglia di giocare. Ti piacevano le farfalle. 
Ho lottato tanto, anche contro chi ha provato a prenderti con la forza per portarti via, e tu hai lottato con me. Mi dispiace averti spaventato tanto quella sera, piccolo mio, la sera che ti presi con me usando una gabbietta come trappola, ma era necessario, non potevi più restare lì, era troppo pericoloso….ma tu questo ormai credo l’hai già capito…

Kira_Denise

Grazie mille Denise per il tuo gesto. E buona vita Kira!

box news_ok

© Riproduzione riservata