Il WWF denuncia: le tigri stanno per scomparire

Esistono solo 3200 esemplari in tutto il mondo

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

I dati sono allarmanti: la popolazione delle tigri si è ridotta del 97% nell’ultimo secolo. Di questo passo nel giro di 10 anni la tigre sarà estinta per sempre.

Ogni settimana due tigri vengono uccise dal commercio illegale di pelle e ossa, che insieme ad avorio e corno di rinoceronte sono prodotti molto richiesti sui mercati asiatici. Sterminate dai fucili e dalle trappole dei bracconieri, dalla distruzione delle foreste e dei loro spazi, dall’incapacità dei governi di intervenire per salvarle, dall’ignoranza ma anche dal silenzio dei media.

Il WWF ha lanciato un grande progetto in difesa di questi felini, il “Tiger Alive Initiative – TX2″: raddoppiare il numero di tigri selvatiche entro il 2022. 

In cosa consiste il progetto TX2?

Cinque i punti fondamentali:

1. raddoppiare la pressione, affinché tutti i paesi che ospitano le tigri realizzino un piano d’azione urgente per proteggere le tigri rimaste, ovunque esse siano: Bangladesh, Bhutan, Cambogia, Cina, India, Indonesia, Laos, Malesia, Myanmar, Nepal, Russia, Thailandia, Vietnam;

2. raddoppiare gli sforzi e gli investimenti per la protezione e la gestione delle 12 zone cruciali per la riproduzione e la conservazione delle tigri (tigers landscapes);

3. raddoppiare l’impegno per sostenere lalotta al bracconaggio con il coinvolgimento di attori cruciali nella battaglia contro la criminalità organizzata come l’INTERPOL;

4. raddoppiare l’azione, perché non ci siano più dighe, strade, costruzioni a distruggere i territori utilizzati dalle tigri per spostarsi, cacciare e allevare i loro piccoli;

5. proteggere le prede delle tigri, come cervi e altri erbivori: la conservazione di questi meravigliosi felini passa anche attraverso la protezione della loro fonte di nutrimento.

Come aiutare WWF?

Chiunque volesse aiutare il WWF ad attuare il piano TX2 può farlo donando qui il suo contributo oppure condividendo le informazioni sul progetto, presenti sul sito dedicato dal WWF alla tigre.

© Riproduzione riservata