Wwf, Turtle Day 2014

Liberata in mare la tartaruga Alcione II. Recuperata e salvata dai pescatori di Chioggia oggi è di nuovo in mare

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Sabato 21 giugno, sulla battigia nell’area di confine tra lo stabilimento balneare “Zona A” e l’ex ospedale al Mare del Lido di Venezia, per celebrare il “Turtle Day 2014” è stata liberata Alcione II. Si tratta di una tartaruga marina, della specie Caretta caretta, molto comune nel Mare Adriatico, che tempo fa è stata recuperata e consegnata dai pescatori di Chioggia al Wwf e affidata poi alle cure di un veterinario. Finalmente ristabilita, Alcione II ha potuto riprendere la via del mare, anche grazie all’aiuto della Guardia Costiera di Venezia e del Corpo Forestale dello Stato che la condurranno al largo.
“Ogni anno si stima che 20.000 tartarughe muoiono lontano dai riflettori, nei soli mari italiani, a causa di una errata gestione da parte dei pescatori che le catturano accidentalmente nelle reti e non sempre riescono a rilasciarle nei modi e nei tempi corretti”, si legge in una nota del Wwf.
“Le tartarughe marine nel Mediterraneo sono vittime di molte minacce più o meno note, come la recentissima moria di almeno 150 individui nelle acque pugliesi negli ultimi due mesi e gli oltre 300 dello scorso anno nel solo alto Adriatico sulle cui cause il dipartimento di veterinaria dell’Università di Padova sta svolgendo indagini scientifiche per identificarne le cause certe”, ha dichiarato Marco Costantini responsabile mare WWF Italia.
La liberazione della tartaruga rientra nel progetto Netcet – Network for the Conservation of Cetaceans and Sea Turtles in the Adriatic (rete per la conservazione di cetacei e tartarughe marine in Adriatico), coordinato dal Comune di Venezia e finanziato con fondi comunitari nell’ambito del Programma di Cooperazione Transfrontaliera IPA Adriatico.

Untitled

© Riproduzione riservata