Animali, bambini e favole. Come aiutarsi a vicenda

Giovani narratori per allietare cani e gatti in attesa di adozione. Il progetto di Battersea Dogs&Cats home in Inghilterra

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

La pet therapy può aiutare molti bambini a superare difficoltà cognitive o comportamentali. Ma anche i bambini possono essere d’aiuto agli animali che attendono una casa nei rifugi.
Lo dimostra un innovativo progetto messo in atto nella «Battersea Dogs&Cats home» nel Berkshire, in Inghilterra. Qui, i giovani allievi della Cranbourne Primary School di Winkfield sono stati coinvolti in un’iniziativa speciale: si sono trasformati in cantastorie per allietare cani e gatti in attesa di adozione.

Untitled
I bimbi hanno circa sei anni e hanno a disposizione una collezione di libri, compresi quelli che raccontano storie di animali scritte da Jacqueline Wilson, autrice di libri per bambini e sostenitrice dell’associazione. Sarà lei l’ospite speciale, il 5 luglio, della giornata organizzata ogni anno dalla struttura e dedicata alla tutela e al sostegno degli animali. L’evento è alla sua undicesima edizione e ogni anno raccoglie fondi per Bettersea che, dalla sua fondazione, ha ospitato 3.1 milioni di animali e attualmente, divisi in tre centri, dà ospitalità a 400 cani e 250 gatti.
Grazie alle letture e all’aiuto dei bambini sono attualmente state raccolte cento sterline e molti animali sono stati coccolati e accuditi.

Foto:  tratta dal profilo Facebook di Battersea home

© Riproduzione riservata