Mai più senza animali: curano l’umore e tengono unita la famiglia

Secondo il Rapporto Assalco-Zoomark 2014, nove italiani su dieci dichiarano di non poter rinunciare alla presenza di un cane o un gatto

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Gli animali da compagnia sono parte integrante della famiglia. Il 92% degli italiani dichiara di non poterne più fare a meno e il 90% è convinto che cani e gatti abbiano il potere di trasmettere gioia e buonumore.
Questo è quanto emerge dalla riceca Iri Information Resources condotta per il Rapporto Assalco-Zoomark 2014.
Il 96% dei proprietari, secondo quanto rilevato, è attento alla salute dell’animale; contemporaneamente, il 90% degli intervistati afferma di occuparsi personalmente del pet.

bimbo marty
Agli animali domestici si attribuiscono numerosi effetti benefici: primo tra tutti quello di trasmettere gioia, buonumore e serenità in famiglia – l’idea è condivisa dal 94% dei proprietari. Gli animali da compagnia contribuiscono anche a riscaldare il clima familiare, mantenendo unita la famiglia (91%), facendo passare più tempo in famiglia (87%), stimolando una vita più attiva e alleviando le tensioni della vita quotidiana e i litigi (84%).
Più di nove proprietari su dieci (91%) ritengono che la compagnia di un animale, nei momenti di difficoltà, allevia le preoccupazioni e migliora il morale. I benefici legati alla presenza degli animali da compagnia sono confermati dal 90% degli intervistati che affermano che i pet aiutano a distrarsi e a sentirsi meglio in questo periodo di crisi e incertezza, contribuendo a superare i problemi con maggior ottimismo.
I bambini e gli anziani sono coloro, all’interno della famiglia, a cui la presenza di un pet giova maggiormente: l’88% dei proprietari ritiene che crescere con un pet stimoli nei bambini la capacità di socializzare, contribuendo a farli relazionare meglio con i coetanei e ad essere più socievoli una volta cresciuti. La presenza di un pet in casa inoltre educa il bambino al rispetto e alla responsabilità.
L’88% dei proprietari si “espone” in prima persona arrivando a consigliare ad una famiglia che ha dei bambini di prendere un pet, conscia del valore che la presenza di un animale può portare nella vita di un bambino. Da evidenziare una percentuale sorprendente: il 55% dei genitori proprietari afferma che i loro figli preferiscono giocare con i pet piuttosto che con i videogiochi.
Quasi la totalità (97%) degli intervistati concorda col fatto che gli animali abbiano un effetto benefico nella vita dei più anziani, incoraggiandoli a restare attivi e a mantenersi giovani, sia fisicamente che mentalmente per prendersene cura e passare con loro il tempo libero. Rispetto ai bambini, nel caso degli anziani è ancora più alta la percentuale dei proprietari che si espongono raccomandando la presenza in casa di un pet: sono infatti il 97% degli intervistati a condividere questo pensiero.
Dalla ricerca emerge anche che i proprietari sono ben consapevoli dell’importanza di una corretta alimentazione, necessaria per garantire la salute agli animali che vivono con noi. Infatti, oltre ad anteporre il consiglio veterinario agli altri criteri per la scelta del pet food, la quasi totalità degli intervistati (92%) è convinta che la scelta di un’alimentazione corretta sia cruciale per la salute e il benessere di cani e gatti e sia quindi un modo per prendersi cura di loro.

 

Le immagini sono di: ©Martina Santimone

© Riproduzione riservata